you reporter

Il caso

"Costretti a pagare per lavorare"

la Cisl denuncia un caso che coinvolge più di cento lavoratori nell’area del Delta.

"Costretti a pagare per lavorare"

Decine e decine di lavoratori costretti a pagare per lavorare. E’ questa l’accusa che la Cisl Fp Padova Rovigo lancia contro una cooperativa di servizi che opera nella zona del Delta del Po. Il cda dell’azienda, spiega il sindacato, senza passare per l’assemblea dei soci ha deciso di aumentare il capitale sociale per la terza volta in tre anni. Nel 2015 ai 116 lavoratori, in gran parte donne, era stato chiesto un aumento di 312 euro, nel 2016 successivo di 260 euro e nel 2018 un ulteriore esborso di ben 1.040 euro.

“Siamo di fronte a un caso di forte impatto sociale - spiegano Franco Maistro e Brenda Bergo della Cisl Fp Padova Rovigo - 116 lavoratori, che garantiscono un servizio di qualità ai polesani per stipendi che superano di poco i mille euro, si vedono costretti, anche se non se lo possono permettere, a pagare gli aumenti di capitale straordinari della cooperativa. E se ti rifiuti, nessun problema, la cooperativa modifica il suo statuto obbligandoti a pagare, o perderai il posto di lavoro”.

La vicenda ha inizio nel mese di maggio, quando senza alcuna particolare avvisaglia è stato chiesto a ciascun lavoratore di sottoscrivere un modulo di versamento azioni. “Peccato che la normativa di riferimento e tutte le norme collegate alla gestione societaria impongano un doveroso passaggio in assemblea generale dei soci per ratificare e motivare tale scelta”, denuncia il sindacato. Su 116 soci solo 37 hanno tenuto duro e non hanno firmato. Il pagamento sarebbe dovuto avvenire attraverso delle trattenute mensili da 30 euro, ma dopo qualche mese la società ha deciso di cambiare le carte in tavola: “Ad agosto il presidente aveva comunicato ai lavoratori che sarebbero stati convocati singolarmente per esser informati sulla situazione aziendale e sulle decisioni prese dal cda per affrontare i problemi della cooperativa - rivela la Cisl - Nei colloqui personali gli ha informati che dal mese di settembre i lavoratori che avevano accettato a maggio di pagare l'aumento del capitale sociale pari a 1.040 euro si sarebbero trovati una trattenuta di 100 euro e non più di 30 euro al mese per coprire gli ammanchi di bilancio della cooperativa e i recuperi sarebbero continuati nei mesi successivi e in forma più pesante nella tredicesima di dicembre”.

Pochi giorni fa, poi, la cooperativa ha inviato ai lavoratori una lettera per informarli della convocazione di un’assemblea straordinaria, dove si sarebbe provveduto a cambiare lo statuto aumentando la quota minima per essere soci. “In questo modo i 37 lavoratori che non avevano accettato di pagare l’aumento di capitale sarebbero obbligati a farlo - spiega il sindacato - e quelli che avevano accettato di versare l’aumento con rate di 30 euro si troverebbero costretti a pagare tutte l’importo entro il 2018. Inoltre è grave il fatto che questa lettera sia stata mandata solo ai soci che hanno sottoscritto l’aumento di capitale, con l’unico motivo di mettere i lavoratori gli uni contro gli altri”.

Di fronte alla varie segnalazioni, la Cisl è intervenuta avviando un’azione legale contro la cooperativa intimandola attraverso una lettera del suo avvocato a restituire ai lavoratori le somme indebitamente trattenute e diffidandola ad effettuare altri prelievi forzati e a prendere nuovi provvedimenti ai danni dei soci.

Ma la cosa non finirà qui: “La nostra protesta verrà trasmessa al ministero del lavoro e alle autorità della Regione Veneto - annunciano Brenda Bergo e Franco Maistro della Cisl Fp Padova Rovigo - e ci rivolgeremo inoltre ai sindaci dei comuni dove questa cooperativa lavora”.
“Non possiamo accettare - concludono - che per lavorare occorra essere soci con capitali variabili senza mai sapere quale sarà lo stipendio che i lavoratori porteranno a casa da un mese all’altro. Le persone hanno una dignità”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl