you reporter

Comune

“Mai i vigili urbani all’ex Celio”

Il sindaco a 360 gradi: piazzale Di Vittorio, “biglietteria giù a gennaio”; “Più di un milione per le buche nelle strade”.

“Mai i vigili urbani all’ex Celio”

21/12/2018 - 19:38

Per Natale, staccate i dati del vostro telefonino. Usatelo meno, soprattutto non usatelo quando guidate. E passate delle festività serene, con la vostra famiglia e i vostri cari”. Il sindaco Massimo Bergamin questa mattina ha fatto gli auguri di Natale alla stampa cittadina - e, tramite noi, a tutta la città - e poi ai dipendenti di palazzo Nodari, riuniti nel salone d’onore.

Un modo per fare il punto su un anno di attività, il terzo da sindaco, e guardare al 2019 ormai alle porte, l’ultimo anno completo da passare con la fascia tricolore sulle spalle prima delle nuove elezioni. Un anno in cui tanti progetti dovranno arrivare a compimento.

Tanti i cantieri aperti, anzi: quelli che dovranno aprire nel nuovo anno. Il primo? In piazzale Di Vittorio, dove si aspettava la demolizione dell’ex biglietteria entro quest’anno. Così non sarà, “ma io - sottolinea il sindaco - non ho mai promesso niente. E’ un vocabolo che non rientra nel mio gergo. Certo mi sono impegnato a risolvere la situazione: abbiamo trovato i soldi, volevamo arrivare alla demolizione entro il 2018, così non è stato ma non per nostra volontà. Entro gennaio, comunque, ci sarà la demolizione della biglietteria, poi la riqualificazione con la posa di nuovi punti luce sul percorso pedonale che porta verso il multipiano”.

In centro, c’è l’ex liceo Celio che - tra l’altro - interessa alla guardia di finanza. “Ne parleremo”, dice Bergamin, ma le sue idee sono diverse. “Lì dentro si respira cultura, ed è la cultura che deve riappropriarsi di quegli spazi: deve essere un luogo di fermento culturale e di confronto. Per questo non ho alcuna intenzione di trasferirvi la sede dei vigili urbani: sarebbe come fare un aeroporto su Corso del Popolo, non se ne parla”.

Quindi un passaggio sulle strade piene di buche: “Il governo, a fine ottobre, ci ha sbloccato 1,25 milioni di euro per strade e segnaletica. Ora stiamo facendo le procedure, l’asfalto arriverà”. E ancora: “Nell’ultimo anno abbiamo assegnato 37 alloggi popolari, di cui 25 nuovi, in via Baruchello. Abbiamo dato il via a un progetto di inserimento lavorativo che ha coinvolto 20 persone per 6 mesi a 20 ore a settimana. E nel 2019 riapriremo ai visitatori torre Donà”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola sabato 22 dicembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Max61

    22 Dicembre 2018 - 11:11

    Non parla di sicurezza e telecamere che aveva promesso in Piazza xx settembre e dintorni dove sappiamo tutti che è un crocevia importante di spacciatori e delinquenza. Grazie degli auguri Sindaco……….

    Rispondi

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl