you reporter

Lendinara

Ossigeno puro per Santa Sofia

Finanziamenti garantiti, in Polesine, attraverso il bando “Beni artistici religiosi”

Ossigeno puro per Santa Sofia

27/12/2018 - 19:36

Lendinara chiude il 2018 con un bilancio artistico positivo: lo storico duomo di Santa Sofia riceve 150mila euro di finanziamento dalla Cariparo di Padova e Rovigo. Da anni messi a dura prova dalle intemperie e da situazioni di distacco, saranno restaurati gli affreschi della chiesa. A renderlo possibile, i finanziamenti garantiti attraverso il bando Beni artistici religiosi della Cariparo, nato con l’obiettivo di promuovere, valorizzare e tutelare il patrimonio storico e artistico delle province di Padova e Rovigo, attraverso interventi di restauro e manutenzione di beni religiosi di particolare rilevanza storica e artistica.

Tredici i progetti approvati in provincia di Rovigo, di cui ben sei per la somma di 150mila euro: insieme a Lendinara anche la chiesa della Beata vergine delle grazie di Gavello, gli impianti del duomo di Santo Stefano di Rovigo, il campanile della chiesa di San Sebastiano Martire di Bosaro, la chiesa di Santa Maria Assunta di Beverare e di San Domenica Sacerdote di Guarda Veneta. Sarà proprio grazie al contributo della Fondazione che i parrocchiani e la città potranno riappropriarsi di uno dei gioielli artistici più noto e apprezzato della comunità.

L’origine della chiesa è legata alla famiglia locale dei Cattaneo, e alla metà del Cinquecento ha subito un primo restauro ad opera della famiglia veneziana Molin, che poi non se ne curò tanto da essere accusata di usurpazione del diritto di patronato nel Settecento. La chiesa ricevette quindi un secondo intervento di restauro e di sistemazione che si concluse solo nell’Ottocento, con la nuova facciata su progetto dell’architetto lendinarese don Francesco Antonio Baccari e la maestosa torre campanaria. E’ del noto pittore veneziano Carlo Alvise Fabris la pala d’altare che rappresenta il martirio delle figlie di Santa Sofia, e che è stata da poco restaurata in occasione del bicentenario della chiesa. Iniziati dal pittore Tommaso Sciacca, dopo la sua morte gli affreschi vennero completati dal veronese Giorgio Anselmi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl