Cerca

La polemica

“Murales pro immigrazione ora il ministro lo cancelli”

Voci per la Libertà dedica un disegno al piccolo migrante annegato con la pagella, ma Forza Nuova insorge: “Verifiche sull’operato della preside”.

“Murales pro immigrazione ora il ministro lo cancelli”

E’ polemica sul murales che l’associazione Voci per la Libertà, tramite il proprio progetto “Arte per i diritti umani”, ha fatto realizzare dall’artista romano Marco Mei all’interno della scuola elementare Duca d’Aosta. Un progetto a cui, nello scorso fine settimana, hanno partecipato attivamente anche i piccoli alunni della scuola. Ma Forza Nuova non ci sta, e insorge chiedendo persino un intervento del ministero della Pubblica istruzione.

Motivo: il murales in questione è dedicato alla morte del bambino del Mali, morto nel Mediterraneo con la pagella scolastica stretta a sé, mentre tentava di raggiungere le coste italiane. Per Forza Nuova, però, questo vuol dire “portare all’interno delle scuole del Polesine una politica immigrazionista e pro-invasione”.

Il movimento di estrema destra ha infatti chiesto inoltre “l’immediata rimozione del murales e il rapido intervento da parte del ministero dell’Istruzione e dell’assessore Regionale Elena Donazzan, affinché verifichi quanto sviluppato a scuola dai responsabili di questa”.

Nel mirino, dunque, finisce il dirigente scolastico Paola Malengo. Non è la prima volta che Fn punta i riflettori su quanto avviene all’interno delle scuole elementari rodigine: nel dicembre scorso, era toccato a Fabio Cusin, dirigente del Comprensivo 3, per una polemica relativa alla festa natalizia, svolta senza riferimenti alla cristianità.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy