you reporter

Occhiobello

Santa Maria Maddalena, partiti i lavori post incendio in chiesa

Prima verrà pulito dalla patina di nero causata dal rogo del confessionale del dicembre scorso

Santa Maria Maddalena, partiti i lavori post incendio in chiesa

Al via i lavori nella chiesa di Santa Maria Maddalena, chiusa al pubblico dopo l’incendio del confessionale avvenuto nella notte tra il 16 e il 17 dicembre scorsi. Sono iniziati lo scorso lunedì 15 aprile, con le opere di bonifica della grande quantità di “nero fumo” in tutta la chiesa con una patina superficiale che dovrà essere interamente tolta da tutte le pareti, dal soffitto e dai dipinti. Si tratta, inoltre, di materiale inquinante e dovrà seguire un iter preciso per il suo smaltimento. I lavori sono stati affidati alla ditta Recotech di Campi Bisanzio (Firenze), convenzionata con la compagnia di assicurazione Cattolica che ha liquidato 95mila euro sui 150mila che erano il tetto complessivo dei costi di ripristino e restauro post incendio degli interni della chiesa.

A dirigere i lavori l’architetto Massimiliano Furini che a stretto contatto con i due parroci don Daniele Spadon e don Nicola Albertin sta seguendo con grande attenzione e professionalità il lavoro in piena sintonia e accordo con loro su qualsiasi scelta. “In questi giorni si sta asportando tutto il nero fumo che si è depositato su pavimenti, pareti, soffitti, arredi, suppellettili: materiale che comunque risulta rifiuto speciale - spiega Furini - i lavori di questa prima fase si concluderanno entro il 15 di maggio, comprensivi di coloriture interne delle pareti, con materiale auto-capsulante, e ionizzazione di tutti i locali al fine di purificare l’aria. La fase successiva sarà il restauro delle decorazioni murarie comprensivo delle pitture delle volte del coro, del transetto, dell’atrio e dei sottarchi, oltre al rifacimento dell’impianto elettrico rovinato, del confessionale bruciato e perduto, e della pulitura dei meccanismi interni dell’organo a canne – continua l’architetto - entro la prima quindicina di luglio, salvo imprevisti, la riapertura della chiesa". La comunità sta rispondendo bene alla necessità della parrocchia di trovare la copertura finanziaria mancante e il comune ci ha messo 20mila euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl