you reporter

FICAROLO

Preso il rapinatore di banche maldestro

Beccato a Ferrara l'uomo che sarebbe il responsabile dell'assalto in paese del 4 gennaio

carabinieri controlli5.JPG

Carabinieri

Nel pomeriggio di martedì 7 maggio, i Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Ferrara, a conclusione di una mirata attività d’indagine hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Ferrara nei confronti di S. A. 38 enne pregiudicato pugliese - in atto detenuto presso la locale casa circondariale - per i reati di rapina e tentata rapina. Le risultanze investigative raccolte dai militari operanti, condivise dall’autorità giudiziaria ferrarese, hanno permesso di attribuire allo stesso la titolarità di tre rapine ed una tentata rapina, alcune delle quali commesse in concorso, rispettivamente nel pomeriggio e nella serata del 4 gennaio ai danni di un istituto di credito di Ficarolo (LEGGI ARTICOLO) ed una farmacia di Ferrara, il 31 gennaio ai danni di una tabaccheria di Ferrara, nonché il 1 febbraio in un’altra farmacia cittadina.

"L’arresto di ieri - spiega la nota stampa dei carabinieri - si inserisce nell’ambito della specifica indagine denominata 'Coppia d’Assi', che in il 13 febbraio u.s. ha consentito di arrestare il predetto unitamente al pregiudicato ferrarese G.R., in prossimità di un compro oro di corso Porta Mare mentre si aggiravano con fare sospetto a bordo ciascuno di una bicicletta".

"In quella occasione a carico S.A. furono formulate solo le ipotesi di reato di evasione, ricettazione, porto abusivo di arma da fuoco e detenzione abusiva di munizioni poiché trovato in possesso di una pistola Beretta calibro 22, munita di caricatore con 7 colpi, oggetto di un furto avvenuto a Foggia nel 2011, oltre a risultare evaso, in data 3 gennaio 2019, dalla misura cautelare degli arresti domiciliari a cui era sottoposto nel comune di Cento, rendendosi successivamente irreperibile e quindi di fatto senza fissa dimora".

"Per G.R. invece si aprirono le porte del carcere per il reato di rapina aggravata poiché, attraverso oggettivi riscontri investigativi (basati sui capi di abbigliamento indossati, sulle caratteristiche antropometriche quali altezza, corporatura, sull’autovettura utilizzata, una Lancia Y) fu ritenuto responsabile delle rapine: alla farmacia sita in questa via Pioppa in data 4.1.2019; alla tabaccheria sita in questa via Putinati del 31.1.2019 ed alla farmacia sita in questa via Pioppa del successivo giorno 1.2.2019".

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl