you reporter

ELEZIONI ROVIGO

"Doveva diventare il luogo di accoglienza per i turisti"

Le candidate della lista di Edoardo Gaffeo Sindaco intervengono sull'abbattimento dell'ex biglietteria e sui vuoti urbani

"Doveva diventare il luogo di accoglienza per i turisti"

14/05/2019 - 10:06

Il rilancio di Rovigo? Passa dalla rivitalizzazione dei suoi spazi. Lo sostiene il candidato sindaco del centrosinistra unito Edoardo Gaffeo che ne parla nel suo programma elettorale.

“Occorre una visione d’insieme ed un vero piano del commercio - spiega - con gli outlet che già riproducono di fatto lo schema delle piazze cittadine, il modello da seguire e cui ispirarsi è quello del centro commerciale a cielo aperto, luogo di scambio ed aggregazione cui abbinare magari un calendario di manifestazioni”. 

Commercio ma non solo, perché la rigenerazione urbana passa anche da una soluzione per ciascuno dei tanti “vuoti” di cui è costellata la città: ex questura, ex caserma dei vigili del fuoco, ex caserma Silvestri, ex liceo classico Celio, “tutti snodi fondamentali di un disegno complessivo per ricucire il tessuto cittadino”, sottolinea il candidato sindaco, al pari della nuova stazione delle corriere e dell’ex ospedale psichiatrico di Granzette.

Claudia Biasissi, candidata al consiglio comunale per la lista civica Con Edoardo Gaffeo, rivolge invece un pensiero all’ex biglietteria di piazzale Di Vittorio, appena cantierata: “Anche se si sta lavorando già all’ex libreria Pavanello che ospiterà lo Iat (informazione e accoglienza turistica) in piazza Vittorio Emanuele, rileviamo che questa sarebbe di gran lunga una location più idonea, specie per chi arriva da fuori e avrebbe la possibilità di esser accolto qui parcheggiando anche nel vicino multipiano. Sulla scelta di demolire - prosegue - non siamo d’accordo: con lo stabile verrà distrutto anche un murales di pregio, realizzato per la città da uno degli artisti di grido del settore (come rilevato anche dal presidente di Fiab Rovigo, Denis Maragno)”.

La Biasissi suggerisce quindi di prevedere una sala lettura con una biblioteca con libri sulla città, materiale informativo e un piccolo punto di ristoro, al limite automatico, affidando la gestione alle associazioni di promozione turistica e che si occupano di incoming: "Invece di pagare un affitto altrove per le loro attività potrebbero trasferirsi qui”, aggiunge.  Quella contro la desertificazione del centro è comunque una battaglia fatta propria e condivisa da tutto il resto della squadra. La capolista di lista civica Con Edoardo Gaffeo Elena Biasin: “Riteniamo prioritario mantenere in posizione baricentrica i principali edifici amministrativi e sociali di rilevanza strategica, a partire proprio dal tribunale sul quale siamo stati i primi a intervenire lanciando la petizione di firme. Servono comunque - incalza - soluzioni efficaci e condivise anche per gli altri nodi ancora da sciogliere, pensiamo ad esempio all’ex Maddalena, mantenendo però sempre la rotta all’interno di un cammino di coerenza rispetto al processo di riqualificazione". 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl