you reporter

DEGRADO ROVIGO

Erba alta a città giardino

Una mamma denuncia l'incuria nella zona e la candidata Erika Alberghini si fa per lei portavoce

Il quartiere Città Giardino, pieno di ville e di condomini di buona edilizia, dove le case costano tanto, non offre ai suoi residenti i necessari servizi che servirebbero a qualificarlo davvero come una zona residenziale di pregio. Senza negozi e scuole, rischia di essere un quartiere dormitorio; percorrendo le sue piste ciclabili se ne può vedere la desolazione, a maggior ragione perché i suoi parchi raramente sono popolati di bambini.

Incontro qui  una residente del quartiere, Carmela Gravina, insegnante e mamma di due figli, la quale si fa portavoce delle istanze di un gruppo di genitori della zona: “Di recente diverse famiglie della Città Giardino hanno parlato delle principali problematiche che riscontrano vivendo qui, legate soprattutto all’isolamento dei loro figli che non si conoscono tra loro a causa della non fruibilità e trascuratezza dei parchi presenti. Le aree verdi ci sono, ma mancano punti di aggregazione attrezzati per i bambini. In quartiere però ci sono molte famiglie giovani con figli piccoli e meno piccoli e pur essendo questa zona urbanisticamente ed economicamente di pregio, non è stata dotata di un’area giochi. Abbiamo necessità di punti di incontro per le famiglie, dove lasciare giocare i bambini in sicurezza, con giostre per tutte le età e magari qualche dotazione sportiva per i giovani e gli adulti che qui troverebbero gli spazi per fare un po’ di attività fisica all’aperto. Ma non ci sono né panchine né giostre, mancano le attrazioni che invoglino i bambini a frequentare questi spazi. Non c’è ombra e spesso l’erba è alta. Non parliamo del problema zanzare nelle stagioni calde.”

La mamma mi evidenzia come questa sembri una zona della città incompleta e aggiunge “Questa incompletezza del quartiere finisce per favorire l’isolamento sociale delle nuove generazioni. Di un luogo di incontro e scambio ne hanno sempre più necessità le persone. Gli stessi adolescenti si incontrano verso sera nell’unica zona in cui ci si può sedere, una sorta di monumento collocato in un’area priva di sufficienti punti luce”. Carmela continua dicendo che i genitori del quartiere si recano negli altri parchi della città,  dove permane il problema zanzare, erba alta e soprattutto aree giochi in cui le attrazioni non vengono mai rinnovate o implementate, talvolta sono insufficienti per il numero dei bambini o inadeguate all’età, in alcuni casi se si rompono, vengono tolte e non più sostituite. Il parco in centro dietro le Torri, pur essendo vicino alle scuole Sichirollo, quindi molto frequentato, soprattutto perché molto ombreggiato e fresco in estate, non ha giostrine adatte ai più piccoli.

In questa continua tendenza al “doversi accontentare” la città perde occasioni importanti di socializzazione, di favorire la creazione di una comunità coesa, di parlare alle giovani generazioni mostrando di averne cura.

Nel programma del Candidato Sindaco che sostengo, Edoardo Gaffeo, c’è molta attenzione alle relazioni, agli  spazi vitali comuni e al  verde urbano, come espresso anche nelle recenti dichiarazioni.

I cittadini chiedono di cambiare!!

Erika Alberghini
candidata al Consiglio Comunale per il PD a Sostegno  di Edoardo Gaffeo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl