Cerca

Meteo

Previsioni chiare: ancora pioggia

Le elaborazioni non sono confortanti: “Ancora una settimana di maltempo. Poi si vedrà”

Previsioni chiare: ancora pioggia

E le previsioni non sono confortanti: “Ancora una settimana di maltempo. Poi si vedrà”

Temperature sotto la media, come se fosse inverno; pioggia e temporali; neve in montagna e grandine (fortunatamente a macchia di leopardo) in pianura. Chi aspettava maggio per iniziare a respirare aria di estate è rimasto deluso. Ed è destinato a rimanerlo ancora per un bel po’...

Penso che un meteo così... Meglio buttarla in musica, perché le previsioni del tempo, nonostante gli scongiuri, sono tutt’altro che buone. E i problemi iniziano a farsi davvero molto, molto seri. Con annessi i danni economici che arrivano di conseguenza.

“Dire che siamo di fronte ad un maggio davvero anomalo è un eufemismo”, si lascia scappare Maycol Checchinato, che dalle pagine di Bpp Meteo monitora le condizioni in tempo reale.

“In questo mese di maggio le temperature minime sono scese a livelli che non si vedevano da alcuni decenni. In alcune località addirittura da 60 anni. Basti pensare, per fare un solo esempio, che mercoledì 15 maggio a Lendinara si è registrata una minima di 4°C. Se vogliamo vedere il rovescio della medaglia, se non altro questo mese di maggio ha consentito di recuperare quel deficit idrico che a inizio anno ci aveva fatto tremare, con una siccità incombete di cui adesso ovviamente non si parla più. Non so se ricordate, ma in marzo si attraversava il Po a piedi...”.

Resta il fatto che “a memoria un’anomalia climatica come quella di questo mese di maggio non si ricorda proprio. Bisogna andare a leggere gli annuari per trovare situazioni analoghe”.

Con la pioggia e con il freddo, poi, arrivano immancabili i problemi. “Le segnalazioni ci sono già, in primo luogo per l’agricoltura. Gli sbalzi termici di queste settimane stanno facendo cadere i fiori dalle piante da frutto, e le conseguenze si vedranno in estate. E questa pioggia continua sta causando seri problemi alle coltivazioni di mais e grano”.

Non resta dunque che aggrapparsi alle previsioni. “Io - continua Checchinato - diffido sempre delle previsioni a lunga scadenza. Di certo posso dire che, modelli matematici alla mano, l’instabilità durerà almeno altri sei, forse sette giorni. Oltre con le previsioni è difficile andare. E sarà un’instabilità caratterizzata da qualche schiarita e un po’ di sole, alternata però a piogge e rovesci. E non mancheranno anche i temporali, con i relativi rischi di grandine”. Per il caldo, dunque, non resta che attendere.

“Volendo andare oltre, per il caldo bisognerà in ogni caso aspettare i primi giorni di giugno. Ma è presto per avere certezze. Attualmente l’Alta pressione, quella che porta stabilità, resta lontana dal Mediterraneo, e dunque a farla da padrone sono ancora quelle correnti atlantiche che stanno portando instabilità già dall’inizio di maggio. Certo, non pioverà tutti i giorni, ma gli sbalzi termici continueranno a farsi sentire, e purtroppo oltre ai temporali potrebbe arrivare anche qualche grandinata”.

E allora... “Allora ombrello a portata di mano almeno per un’altra settimana. Ma non dimentichiamoci che questa pioggia se non altro ci ha salvato da una siccità che rischiava di essere disastrosa”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy