you reporter

ELEZIONI 2019

A Gaiba vince il giovane ricercatore

Festa per Nicola Zanca

Il nuovo sindaco di Gaiba è Nicola Zanca, 34 anni, ricercatore. E' stato per un periodo all'estero, ma ha deciso che la sua vocazione, la sua passione, è Gaiba, il suo paese. Ed è per questo motivo che Nicola Zanca ha deciso di candidarsi alla guida del paese con la lista civica "Uniti per il cambiamento di Gaiba".

Non è la sua prima esperienza politica, Zanca era già stato consigliere di opposizione per 4 anni, prima di dover partire per la Finlandia dopo aver vinto un progetto.

E’ stato in vantaggio già dalle prime schede scrutinate nell’unico seggio del comune rivierasco e alla chiusura dello spoglio si è confermato vincitore della competizione elettorale. Si tratta di  Nicola Zanca che, appoggiato dalla sua lista civica “Uniti per il cambiamento di Gaiba”, sarà il nuovo sindaco di Gaiba che guiderà il piccolo comune per i prossimi cinque anni. Con 375 voti, la lista capeggiata da Zanca ha raggiunto il 56,82% delle preferenze, contro le 43,18 del suo sfidante Edoardo Malavasi. 686 i votanti su  877 elettori, mentre le schede nulle sono state 12 e 14 le bianche.

Trentaquattro anni, originario di Gaiba e una laurea in Chimica all'Università di Ferrara, Nicola Zanca ha lavorato nell’area CNR di Bologna prima presso l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, conseguendo il dottorato presso l’Università di Bologna, e poi presso Proambiente su innovazione e trasferimento tecnologico. Ha appena terminato un progetto di ricerca presso l'Università di Helsinki, dove alternava gli studi sulle tecnologie per la qualità dell'aria all’insegnamento.

Nicola Zanca è stato consigliere di minoranza della lista “Insieme si può” fino a marzo 2018, prima di trasferirsi temporaneamente in Finlandia, e in questo ruolo ha condotto interventi per influenzare positivamente la gestione del paese, ad esempio sul decoro urbano, la scuola, i servizi, la biblioteca-museo, lo sport. Il programma elettorale presentato nel corso della campagna elettorale, aveva come obiettivo, quello di  “rigenerare il paese di Gaiba con alcuni obiettivi prioritari: superare l’inerzia sul fronte organizzativo e dei rapporti con gli altri enti del Polesine; assicurare il sostegno ad assumere iniziative a favore dei cittadini anziani e con disabilità, garantire e promuovere i plessi scolastici del paese con la scuola primaria e dell’infanzia con un servizio di qualità; migliorare il decoro urbano con una cura puntuale e valorizzazione del verde piuttosto trascurato negli ultimi anni; sostenere fattivamente le manifestazioni delle associazioni di volontariato presenti a Gaiba; incentivare le attività artigiane e produttive presenti, promuovendo le nuove iniziative imprenditoriali per stimolare la creazione di nuovi posti di lavoro; rilanciare l’identità della comunità di Gaiba attraverso iniziative e una promozione della cittadinanza attiva”.

La lista che lo ha sostenuto, è composta da persone di Gaiba di differenti ispirazioni politiche e con varie professionalità, “mosse da senso civico e dalla volontà di trasformare positivamente il Comune di Gaiba, con il desiderio di coinvolgere i cittadini nel processo di rinnovamento del paese”. 

Il consiglio comunale.

Maggioranza: Tiziana Barengo (16), Guido Bottura (16), Davide Ceregatti (28), Gabriele Cervato (13), Michele Milani (28), Emanuele Sitta (36), Asia Trambaioli (93).

Minoranza: Edoardo Malavasi, Gianni Balbo (21), Lucia Ghedini (16(

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl