you reporter

IL CASO

La città in mano ai baby vandali: danni e indagini

Presa a calci la pensilina finita in frantumi e distrutte le fioriere sotto i portici. L'appello: "Chi ha visto denunci"

Due atti di vandalismo hanno segnato le ultime 48 ore ad Adria. Il più grave, dal punto di vista del danno, è la distruzione di una parete in vetro della pensilina della fermata del bus in via Aldo Moro, a ridosso dell’ingresso all’istituto alberghiero. Per evidenti ragioni di sicurezza la struttura è stata isolata e inibito l’accesso. Sul fatto indaga la polizia locale, ma non ci sono telecamere della videosorveglianza che possono aver registrato il fattaccio, pertanto il comandante della Polizia locale, Pierantonio Moretto, lancia un appello ai residenti della zona affinché si rivolgano in comando a riferire su ogni cosa che possano aver visto o sentito perché ogni elemento può essere utile a rintracciare il delinquente, o più di uno, che ha preso a calci la vetrata.

Invece sono i carabinieri che stanno indagando sull’altro fattaccio accaduto sotto i portici di via Chieppara: due male intenzionati, poco dopo le 4 delle notte, molto probabilmente esaltati dai fumi dell’alcol, camminando di lì hanno scatenato la loro stupidità su due fioriere. In questo caso i vandali potrebbero avere le ore contate perché tutto è stato registrato dalla videosorveglianza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl