you reporter

l'assemblea

Comuni virtuosi, e San Bellino c'è!

Il sindaco Aldo D'Achille coordinatore regionale per il Veneto dall’associazione dei Comuni Virtuosi nell'assemblea del direttivo

Comuni virtuosi, e San Bellino c'è!

Il sindaco di San Bellino, Aldo D'Achille, è stato coinvolto come coordinatore regionale per il Veneto dall’associazione dei Comuni Virtuosi nell'assemblea del direttivo e dei coordinatori  regionali presieduta dalla presidente dell’associazione, sindaco di Novellara, Elena Carletti, presso la prestigiosa sede dell’ “Aranciaia” nel Comune di Colorno in provincia di Parma che in questi giorni è stato sede presso la Reggia del “Festival della lentezza”, con ospiti esperti e testimoni del nostro tempo nei diversi campi del sapere e delle arti.

La “rete” dei Comuni Virtuosi è un’associazione di Enti locali a livello nazionale, che nasce nel maggio 2005 per promuovere le buone pratiche locali sperimentate con successo in giro per Italia da decine di comunità ed istituzioni: comuni, associazioni, cittadinanza attiva, imprese illuminate. “Il tema della mobilità sostenibile - afferma il coordinatore nazionale Marco Boschini -è fin dall'inizio una delle grandi questioni aperte per la nostra rete di comuni, il criterio di selezione per tutte le comunità che si candidano ad entrare a far parte della nostra “famiglia”. Per questo motivo sono state decise delle collaborazioni sottoforma di patrocinio con start Up, una di queste per la promozione tra i comuni della rete del progetto Bikebee, un registro digitale delle biciclette finalizzato a contrastare il fenomeno sempre più diffuso dei furti. La bicicletta, soprattutto per gli spostamenti quotidiani, rappresenta un mezzo di locomozione altamente competitivo in termini di tempo, salute, economicità e sostenibilità. Spesso però le persone anche più motivate vengono scoraggiati dal fenomeno sempre più dilagante dei furti: solo in Italia, ogni anno, uno ogni 30 secondi. Il Polesine, ha sostenuto D’Achille, per la sua conformazione territoriale potrebbe diventare patria del ciclo turismo se nei prossimi anni verrà scelta questa priorità con una strategia condivisa. E alla domanda se le cose dal suo punto di vista possono cambiare, la risposta è stata pacata e puntuale: le cose possono cambiare ma non servono gesti eroici, ma solo gesti consapevoli.

Nella mattinata assembleare di domenica 16 giugno si è potuto analizzare nei dettagli i progetti presentati e si è potuto ascoltare anche la visione e le scelte di alcune aziende leader nel biologico e in crescita a livello nazionale come Ecor Natura Si, a conferma che fare con qualità premia anche dal punto di vista economico.

Lo scopo di mettere in connessione le buone pratiche sia amministrative che aziendali è quello di valorizzare le eccellenze per fornire modelli e pratiche da “copiare” per contribuire a ridare slancio e vigore alla nostra Italia. Il Polesine c’è!

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl