you reporter

LENDINARA

Tutti uniti contro gli sciacalli degli anziani

Prefettura, forze dell'ordine, Confartigianato e Comune in campo: parte la campagna informativa

La prima tappa era stata a Rovigo, la settimana scorsa (LEGGI ARTICOLO). Nella mattinata di sabato, è toccato al mercato di Lendinara ospitare la grande campagna informativa itinerante che ha uno scopo ben preciso: sensibilizzare gli anziani, ma anche i loro familiari, sui rischi derivanti dalle truffe e dai furti con raggiro. Rischio purtroppo attualissimo.

Tutti assieme, quindi, Prefettura, forze dell'ordine e Confartigianato, per fare informazione e proteggere i nostri anziani da truffe e raggiri, che spesso, purtroppo, li colpiscono. Esistono, infatti, squallidi malviventi che vivono proprio di raggiri ai danni delle persone più deboli, spaventandole, umiliandole, derubandole. Da qui l'idea: una serie di campagne informative, nei principali mercati settimanali del Polesine, per distribuire materiale informativo, spiegarsi a voce, mettere in guardia.

 Sono davvero numerosi gli stratagemmi che questi infimi delinquenti mettono in atto contro gli anziani: ci sono finti tecnici dell'acquedotto che terrorizzano gli anziani dicendo che i loro tubi dell'acqua sono inquinati, per poi mandarli in confusione e derubarli di tutto; ci sono finti poliziotti, carabinieri o avvocati che si presentano o chiamano per dire che un parente ha avuto un grave incidente, è stato arrestato e servono immediatamente soldi per la cauzione; ci sono persone che fanno finta di essere vecchi amici, abbracciano l'anziano, dubbioso e un poco timoroso, perché non riconosce la persona, e gli sfilano gioielli e portafogli.

Una casistica che purtroppo le forze dell'ordine conoscono molto bene. Da qui l'idea di organizzare una campagna di informazione, diffusa a livello provinciale, distribuendo materiale informativo, parlando con gli anziani e con i loro familiari. Soprattutto, lanciando un messaggio importante: non avere mai timore di chiamare le forze dell'ordine, di comporre il 112 o il 113, in ogni evenienza nella quale non ci si senta sicuri. Anzi: per le forze dell'ordine segnalazioni di questo tipo sono fondamentali per avere il pieno controllo del territorio.

A lanciare l'iniziativa, Confartigianato, la cui proposta ha ottenuto immediatamente l'adesione dei Comuni, delle forze dell'ordine, della Prefettura.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl