you reporter

Gestore idrico

Arrivano le prime bollette di Acquevenete

Dalla prossima settimana la consegna, il presidente Cortelazzo: “Ai clienti chiediamo un po’ di pazienza all’inizio per eventuali anomalie”

Rete fognaria, partito il cantiere a Trecenta e Villadose

Sono in arrivo le prime bollette di Acquevenete per gli utenti di Adria. A partire dalla prossima settimana, infatti, inizierà la consegna della prima bolletta dalla presa in carico del servizio idrico da parte di Acquevenete, avvenuta a partire l’1 gennaio scorso, dopo la cessione del ramo d’azienda Acque Potabili ad Acquevenete. La bolletta sarà emessa contemporaneamente per tutti gli utenti di Adria.

“Con questa prima bolletta ‘entriamo’ ufficialmente nelle case dei cittadini di Adria, che ci auguriamo possano trovare con Acquevenete un servizio più efficiente e un interlocutore sempre disponibile” sottolinea Piergiorgio Cortelazzo, presidente del gestore idrico. “Sin da ora chiediamo ai nostri utenti di pazientare nel caso alcune bollette dovessero presentare qualche anomalia, in particolare nei dati anagrafici, che abbiamo ereditato dai sistemi del precedente gestore. Tutta la struttura di Acquevenete è a completa disposizione per qualsiasi chiarimento o richiesta di informazioni” aggiunge il presidente.

La prima novità per gli utenti, oltre alla diversa intestazione della bolletta dell’acqua, starà proprio negli importi: la tariffa applicata per le utenze di Adria sarà infatti, a partire dall’1 gennaio scorso, la stessa di tutti i Comuni del Polesine, secondo quanto approvato dal Consiglio di Bacino Polesine. La verifica dei dati trasferiti dal precedente gestore, per garantirne la piena corrispondenza, ha richiesto un ciclo suppletivo di lettura dei contatori, sulla base del quale si è calcolata la prima bolletta di Acquevenete. Questa prima bolletta è basata quindi sui consumi effettivi rilevati al contatore, più un acconto fino alla data del 30 giugno scorso. La prossima bolletta sarà emessa a saldo entro i successivi tre mesi. Gli utenti che desiderano pagare sempre solo i propri consumi effettivi possono effettuare l’autolettura, seguendo le istruzioni riportate in bolletta. Qualora non pervenga l’autolettura, le emissioni saranno alternate: una bolletta su lettura e una su acconto, come già avviene per tutto il territorio di Acquevenete.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl