you reporter

ADRIA

Cacciato per la pelle scura. "Colpa di chi alimenta l'odio"

Cacciato per la pelle scura. "Colpa di chi alimenta l'odio"

Il sindaco di Adria Omar Barbierato

"Come amministrazione esprimiamo grande solidarietà  alla famiglia del ragazzo che si è visto negare l’ingresso in una spiaggia di Sottomarina per il colore della pelle".

Sono le parole  del sindaco Omar Barbierato, sulla vicenda del 18enne di Adria, di origini etiopi, cacciato da uno stabilimento di Sottomarina, poi chiuso dal questore per 15 giorni (LEGGI ARTICOLO). “Adria è contro ogni forma di razzismo e condanna duramente questi comportamenti inaccettabili.  Anche se non c'è una responsabilità diretta di certi politici, c'è una responsabilità morale: quello di aver contribuito a cambiare in peggio il clima sdoganando parole e atteggiamenti che solo qualche anno fa erano considerate giustamente tabù".

"Adesso non ci si indigna più, adesso i titoli stessi di alcuni giornali contribuiscono a generare un humus da cui nascono piantine che fanno presto a diventare spaventose piante dell'odio, del razzismo e della discriminazione. Impegniamoci perché attorno a noi non cresca una foresta, la storia ci insegna quale tragica evoluzione  potrebbe avere questo fenomeno".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl