you reporter

IL CASO

Muore Nadia Toffa, post choc dal Polesine. Social in rivolta

Segnalazioni a pioggia per l'autore, il cui profilo scompare in poche ore

Muore Nadia Toffa, post choc dal Polesine. Social in rivolta

Il post "dello scandalo"

Voleva essere - probabilmente - un ironico scimmiottamento delle campagne di una nota azienda di onoranze funebri, conosciuta per la propria strategia comunicativa piuttosto aggressiva. Ma, ai più, è apparso un post completamente fuori luogo, nel giorno in cui la notizia principale era la morte di una persona molto conosciuta, la "Iena" Nadia Toffa, a seguito della malattia, il cancro, che la aveva colpita da mesi. In poche ore, sul post di un polesano si sono scatenate reazioni negative da tutta Italia, sino a quando il suo profilo non è scomparso.

Non l'ha presa bene neppure l'azienda di pompe funebri, il cui nome veniva citato nel post, che ha annunciato, sulla propria pagina Facebook, ufficiale, querele. Va precisato come il polesano non sia stato l'unico a condividere il post in questione. Già qualche ora dopo i fatti, era pentito. Molto.

“Io sono indifendibile - dice - Però, quel post era su un gruppo, chiuso e segreto, dedicato all’umorismo nero. Ho sbagliato. Chiaro. Ma qualcuno ha portato quel post all’esterno. In un contesto diverso. E ora parlano di organizzare spedizioni punitive contro di me, augurano la morte o il cancro a mio figlio che deve ancora nascere o a mia moglie. Riceviamo 200 messaggi all’ora”.

"Ripeto: ho sbagliato e non posso dire che quel post sia difendibile. A volte tutti possiamo fare una sciocchezza, anche una grossa sciocchezza. Ma io non ho mai augurato la morte a nessuno, mai. Men che meno a Nadia Toffa. E ora c'è gente che augura la morte a me e ai miei cari, o che parla addirittura di farci del male".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl