you reporter

DIRITTI ESCLUSIVI

Schiaffo in faccia ai pescatori del Delta

Il presidente della Provincia Ivan Dall'Ara dice no alla concessione dei diritti esclusivi di pesca al Consorzio per 15 anni

Diritti esclusivi di Pesca, salta tutto: la rabbia dei pescatori (e non solo)

Tutta, o quasi, la provincia e i comuni della Provincia sono dalla parte dei nostri pescatori, così come i pareri dell'Avvocatura dello Stato, del sottosegretario e anche della Regione del Veneto. Ma il presidente della Provincia Ivan dall'Ara, in barba a tutto e tutti, tira uno schiaffo in faccia ai pescatori del Polesine! 

E lo fa dicendo definitivamente no alla proroga della concessione per l'utilizzo delle lagune di Scardovari, Porto Tolle, per 15 anni così come richiesto dai pescatori e, non pago della risposta, non prende neppure in considerazione la possibilità di un affidamento diretto, magari di 5 anni. No, prevede un altro anno di proroga. Che, chiaramente, serve solo a non risolvere il problema lasciandolo invece in mano al prossimo presidente che verrà.

Il presidente, infatti, lascia ancora per un anno in bilico il lavoro, la vita e l'indotto di un intero territorio, se non bastassero i 1500 pescatori direttamente impiegati nelle lagune che, senza certezze per il futuro fanno fatica a fare investimenti e anche solo a seminare per poi raccogliere il prodotto. 

Ivan Dall'Ara ha convocato il consiglio comunale giovedì 22 agosto alle 18  durante il quale, come appare all'ordine del giorno, porta il diniego ufficiale alla richiesta di proroga di 15 anni dei pescatori e presenta la proroga di un anno della vecchia convenzione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl