you reporter

Il dramma

Si tuffa dal pedalò e il mare lo inghiotte

Un 23enne operaio senegalese è stato trovato privo di vita dopo una giornata di ricerche

Si tuffa dal pedalò e il mare lo inghiotte

Si era tuffato dal pedalò scomparendo nelle acque del mare davanti a Jesolo. E dopo una giornata di ricerche, è stato trovato il corpo senza vita di Elhadji Malick Diagne, 23 anni. Il ragazzo, di origine senegalese, il giorno di Ferragosto era con il fratello e tre amici sul pedalò a circa 200 metri dalla spiaggia jesolana.

Dopo essersi tuffato, gli amici e il fratello lo hanno visto in difficoltà e hanno dato l'allarme. Sul posto il personale di salvataggio: i sommozzatori dei pompieri e la Guardia Costiera. Inoltre un elicottero ha cercato di individuare il giovane, senza fortuna. Le ricerche si sono spinte fino alla foce del Sile, ma venerdì 16 agosto mattina il tragico ritrovamento del suo corpo senza vita, a pochi metri da dove si era tuffato. Il 23enne abitava a Ponte di Piave, in provincia di Treviso, con la famiglia e faceva l'operaio. Il Comune di Jesolo, in segno di rispetto e per essere vicino alla famiglia del giovane, ha deciso di rinviare lo spettacolo pirotecnico che si sarebbe dovuto tenere la sera di Ferragosto, che verrà recuperato sabato 17 agosto alle 23.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl