you reporter

Porto Viro

Ponte Gramignara, tutto fermo da 4 anni

La minoranza di Porto Viro: “A che punto siamo col progetto per il nuovo ponte e cos’è stato fatto per la sicurezza?”

Ponte Gramingara, tutto fermo da 4 anni

Da quattro anni, ponte Gramignara è abbandonato a se stesso. Sul manufatto, che da via Po Vecchio scavalca il Collettore Padano per unirsi a via Mea, sono posizionati pesanti blocchi di cemento che limitano la viabilità, consentendo il passaggio soltanto a sensi unici alternati. E la minoranza consiliare, compatta, va all’attacco del sindaco. Chiedendo - in particolare - a che punto sia il progetto per realizzare un nuovo ponte sul Collettore, per unire le due strade. E arriva a domande di discutere la situazione del ponte nel corso del prossimo consiglio comunale.

“Nonostante le ripetute segnalazioni - scrivono infatti Silvia Gennari, Thomas Giacon, Geremia Gennari, Ivano Vianello e Alessia Tessarin - non sono stati eseguiti, da parte del Comune, controlli periodici e manutenzioni costanti alle strutture per garantirne l’incolumità di chi vi transita”. Secondo l’opposizione, infatti, “le soluzioni tecniche assunte non si sono rivelate sufficienti ed adeguatamente sicure”. E per questo, i consiglieri comunali chiedono al sindaco - e di conseguenza all’assessore alla viabilità Diego Crivellari - “se l’amministrazione, tramite il Consorzio di bonifica, ha avuto modo di verificare l’evoluzione e i progressi in merito alla realizzazione del nuovo ponte, e quali ulteriori iniziative intenda assumere, per assicurare la gestione ottimale del bene a tutela della pubblica incolumità”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl