you reporter

Luca Zaia

"Nessuno sconto sull'autonomia, i veneti come un nido di vespe"

Il governatore torna a chiedere il voto e il regionalismo

Il governatore Luca Zaia torna a chiedere il voto e l'autonomia regionale dicendo che "non faremo sconti a nessuno, i veneti sono come un nido di vespe".

 "Confido nel presidente Mattarella". Così Luca Zaia, governatore del Veneto, ha parlato a Treviso con i giornalisti sulla crisi di governo. "Il presidente Mattarella è il garante della Costituzione - sottolinea Zaia -. La Costituzione è chiara e penso che sia fondamentale che abbia adempimento tutta la procedura da essa prevista però oggi, mi permetto di dire, ci sono tutti i presupposti per andare a votare subito e di avere un governo forte, forse per la prima volta nella storia, con un premier che potremmo avere già alla volta di novembre".
Per Zaia, "andare a votare significa ridare il mandato in mano al popolo. Se si facesse un altro governo sarebbe un pasticcio. Cercheremo di capire cosa accadrà". Quanto ai riflessi della crisi sul Veneto, Zaia ammette la preoccupazione, "soprattutto per l’autonomia, autonomia che noi continueremo a chiedere a tutti nelle stesse modalità e senza fare sconti a nessuno. Non li ho fatti al governo del Pd, non li ho fatti al governo giallo-verde e non li farò nemmeno ai prossimi governi. Sappiano che i veneti sono come un nido di vespe. 2 milioni e 328 mila veneti sono andati a votare per l’autonomia e noi vogliamo l’autonomia. Non esiste che il vicepremier Di Maio, dopo 14 mesi di governo, dica che dà vita ad una commissione per valutare l'autonomia".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl