you reporter

Il caso

L'Anpi posta una foto di Scarpa a testa in giù

L'associazione partigiani di Chioggia posta su Facebook una foto di Gianni Scarpa, ex gestore della spiaggia di Punta Canna, a testa in giù: lui prometta una denuncia

L'Anpi posta una foto di Scarpa a testa in giù

L'Anpi di Chioggia pubblica un post sui social con Gianni Scarpa a testa in giù, come i partigiani fecero con Mussolini a piazzale Loreto dopo averlo ucciso. E il controverso ex gestore della spiaggia di Punta Canna a Sottomarina ora vuol denunciare l'associazione di partigiani clodiense. I responsabili dell'Anpi nel post con la foto di Scarpa rovesciata, hanno scritto: "Non ci fa certo piacere dover tornare a parlare di un simile elemento, ma abbiamo appreso dagli organi di informazione sul web l’ennesimo, increscioso episodio di razzismo fascista che ha albergato nei giorni di ferragosto alla Playa Punta Canna di Sottomarina. Il residuato Gianni Scarpa – non conosciamo se a titolo di bagnino, ospite, gestore o socio occulto – ha insolentito via megafono e altoparlanti una giovane padovana, nata in Italia, 'colpevole' solo di avere la pelle di colore scuro, ereditata dai genitori africani che anni fa si sono costruiti una vita migliore lavorando in questo Paese. Tanto prolungate e fastidiose le incredibile molestie pubblicamente ricevute, che la ragazza ha inteso uscire dallo stabilimento assieme all’amica che l’accompagnava, e contattare i Carabinieri della compagnia di Chioggia. I militari, una volta arrivati in loco, hanno sporto denuncia contro Scarpa per violenza privata aggravata dalla discriminante razziale, da ingiuria e da apologia del fascismo". E alla fine hanno chiesto che venisse appurato se Scarpa fosse impiegato ancora nel bagno, visto che il titolare aveva spiegato di averlo licenziato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl