you reporter

Il commento

Reddito di cittadinanza "Flop, obbrobrio e parassitismo"

Il consigliere regionale Casali critica la misura voluta dal M5S. Poco più di 500 a beneficiarne a Rovigo, “Il Nuovo governo lo abolisca perché altera il mercato del lavoro”

Reddito di cittadinanza "Flop, obbrobrio e parassitismo"

Reddito di cittadinanza, “Un flop clamoroso in Veneto e nell’intero nordest”. Lo dice Stefano Casali, consigliere regionale di centrodestra che sottolinea: “Una media di 5 domande accolte ogni mille abitanti, contro i 22 al sud, con punte in Sicilia e Calabria di 40. Una misura che riporta indietro di anni il nostro Paese e che invece di combattere povertà e disoccupazione si è dimostrato l’ennesimo esempio di assistenzialismo alle regioni del meridione. Uno strumento scellerato che ha disincentivato la ricerca del lavoro, premiando molto spesso furbetti, fannulloni, finti disoccupati e che ha aumentato il lavoro nero. Se come sembra tra poche ore nascerà un nuovo governo Pd-M5S, ci auguriamo che il partito di Zingaretti, invece di combattere e ostacolare la storica riforma dell’autonomia, cancelli e azzeri per sempre questo obbrobrio economico e sociale”.

Stefano Casali, consigliere regionale di Centro Destra Veneto-Autonomia e Libertà e fondatore di Verona Domani, commenta i dati Inps sul numero di domande di accesso al reddito di cittadinanza su scala nazionale. “Emergono dati impietosi che evidenziano come tale riforma si sia dimostrata un vero e proprio regalo, per usare un eufemismo, del Movimento 5 Stelle al sud, con la convinzione che lo stesso diventasse il granaio elettorale assistito economicamente e politicamente dal movimento. Un flop su tutti i fronti: una formula di welfare inspirata al ‘parassitismo’ che ha provocato e provocherà ancora ingenti danni all’economia italiana; vedi aumento dell’Iva, che ha disincentivato, se non azzerato, investimenti, ricerca, formazione e aiuti alle imprese del mezzogiorno. E così scopriamo che mentre in città come Napoli, Palermo e Roma i beneficiari del reddito di cittadinanza saranno quasi 40 mila, in molte città del Veneto, dove si continua a credere nell’impresa, nelle start-up, nello sviluppo tecnologico, ad investire sui giovani, le domande accolte sono poche migliaia. Circa 2.000 nella città di Verona, un migliaio a Vicenza, 500 a Rovigo ed appena un centinaio a Belluno. Dati che si commentano da soli”.

Conclude il Consigliere Casali: “Oltre ad essersi dimostrata una misura totalmente fallimentare dal punto di vista occupazionale, sociale ed economico, il reddito di cittadinanza è stato anche un clamoroso boomerang elettorale per il M5S. Da quando i grillini sono al governo il movimento ha perso milioni di voti, anche al sud. Una misura iniqua e costosa, che non ha portato ripresa né occupazione. Una legge che genera solo debito pubblico e non ricchezza, che ha deluso gli stessi elettorali pentastellati del sud e ha fatto inorridire quelli del nord. Una formula che ha impoverito ed umiliato le nuove generazioni, senza purtroppo per i 5 Stelle aumentare ed incassare quel consenso elettorale che si attendevano. Ci auguriamo che il prossimo governo, qualsiasi colore abbia, abolisca definitivamente questa misura che altera il mercato del lavoro e colpisce i lavoratori onesti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl