Cerca

il caso calcio

Scattano i controlli al Gabrielli. "Lo affideremo con il bando"

Vertice in Comune sulla gestione dello stadio del capoluogo. L'assessore: "Partiti i controlli, lo stadio è sicuro, ma la convenzione deve essere rispettata. In ogni caso faremo il bando"

Patti pubblico/privato per una città più bella

Il Comune ha le idee chiare: la gestione dello stadio Gabrielli va affidata con un bando apposito. Questo, in estrema sintesi, il verdetto della riunione in Comune alla presenza di sindaco, assessore e dirigente allo sport, assessore al patrimonio, avvocato civico, vertici di Ssd Rovigo Calcio e dell'avvocato della società sportiva. 

Fulcro dell'incontro, la convenzione tra Comune e società che permette a Ssd Rovigo Calcio l'utilizzo dello stadio Gabrielli, di proprietà del Comune. Secondo il Comune parte dei punti della convenzione che costituivano requisiti vincolanti per la assegnazione degli impianti a Rovigo Ssd non sarebbero stati rispettati: ecco quindi il motivo dell'idea degli uffici di sospendere la convenzione e quindi l'utilizzo del campo.

"Questa mattina sono cominciati i controlli da parte della polizia locale allo stadio - spiega l'assessore allo sport Erika Alberghini - Hanno già rilevato dei problemi in ordine di rispetto delle normative igienico sanitarie. Ma i controlli continuano. Posso però affermare che non vi sono problemi di sicurezza nell'impianto comunale, così come verificato dai tecnici e dall'assessore al patrimonio, Giuseppe Favaretto. Allo stato attuale abbiamo richiesto alla società di dimostrare il rispetto dei punti della convenzione che sono indispensabili perché essa possa essere valida. Se lo faranno (si parla anche dell'adeguamento della assicurazione, che allo stato attuale non sarebbe sufficiente ma andrebbe come minimo integrata) garantiremo loro l'uso temporaneo del Gabrielli fino alla fine della stagione sportiva".

"Ma tra le condizioni indispensabili c'è anche la disponibilità dell'associazione sportiva a ospitare anche le giovanili della società Grandi Fiumi. Le due società devono convivere all'interno dello stadio. Intanto noi partiamo con il bando per l'assegnazione del Gabrielli, questione che necessità di alcuni mesi per essere ultimata. Chiaramente se saranno rispettati i punti della convenzione e la società si adeguerà alle nostre richieste continuerà ad avere la gestione temporanea dell'impianto fino alla fine della stagione sportiva altrimenti, al contrario, saremo costretti a chiudere il Gabrielli e attendere la conclusione del bando per l'assegnazione".

"Bando che, tuttavia, partirà comunque visto che  la convenzione attualmente in essere non avrebbe dovuto avere alcun valore in partenza visto che la gestione del campo è stata ceduta alla attuale società sportiva Ssd Rovigo dalla società che precedente operava nel campo ma che a sua volta non aveva rispettato i termini della convenzione. Il che avrebbe dovuto invalidare in partenza anche la concessione al Ssd Rovigo Calcio. Ecco perché in ogni caso poi servirà il bando. Da quando farlo partire starà solo al rispetto delle nostre condizioni già elencate durante la riunione con la società che si è dimostrata, comunque, disponibile a mettersi in regola".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy