you reporter

lutto adria

Città sotto shock: si è spento Simone Callegari

Volontario e appassionato di sport, aveva solo 58 anni

Città sotto shock: si è spento Simone Callegari

Lutto nel mondo dello sport e del volontariato: oggi pomeriggio intorno alle 16 si è spento Simone Callegari, 58 anni. Era ricoverato nell’ospedale di Rovigo. Da poco più di un mese lottava con il solito terribile male che non gli ha dato scampo. Lascia la moglie Annalisa Grotto e i figli Arianna e Fabio. 

Era una persona molto conosciuta e stimata, faceva l’autotrasportatore di medicinali con una grande passione per il calcio. In gioventù era stato il centravanti della San Vigilio negli anni d’oro, chiudendo la carriera da mezz’ala, quindi dal ’96 è passato a fare l’attaccante nella squadra di calcetto dell’Hatria giallorossa che si ritrova tutti i venerdì nel palasport Lucio Donà di via Aldo Moro. Era tifosissimo del Milan, ma soprattutto era un grande sportivo.

Subito la notizia della scomparsa si è sparsa come un lampo lasciando nello sgomento tanti amici, perché molti ne aveva in quanto sapeva farsi volere bene da tutti. “Abbiamo perso una persona cara – commenta commosso Enzo Cavazzini, vicepresidente Hatria – Esprimiamo tutta la nostra vicinanza alla moglie, ai figli e a tutti i suoi cari. Sentiamo tutti di aver perso qualcosa perché Simone interpretava alla perfezione i valori dello sport: competizione nella lealtà e amicizia sincera. Inoltre è sempre stato disponibile nelle iniziative di solidarietà che la nostra associazione porta avanti”. Dolore e cordoglio dilagano sui social, per tutti valga il pensiero di Manuela: “Semplicemente un uomo straordinario”. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl