you reporter

diocesi adria-rovigo

Due sacerdoti lasciano le parrocchie. "Hanno diritto di farlo"

La nota ufficiale del vescovo che comunica lo spostamento dei parroci a copertura dei due posti lasciati vacanti

Pierantonio Pavanello Vescovo Adria 56

Il vescovo Pierantonio Pavanello

Il vescovo diocesano Pierantonio Pavanello ha accolto la rinuncia all’ufficio di parroco per un “tempo sabbatico”: di don Daniele Bragante (Costa di Rovigo, Gognano e Villamarzana) e don Daniele Spadon (Gurzone, Occhiobello, Santa Maria Maddalena).

"Il 'Tempo sabbatico' è una possibilità prevista per i sacerdoti di un periodo libero da impegni del ministero, da dedicare alla formazione permanente per un rinvigorimento spirituale e apostolico", spiega una nota ufficiale della Diocesi di Adria a Rovigo.

Il vescovo ha nominato: don Patrizio Boldrin parroco in solido dell’Unità pastorale di Gurzone,Occhiobello, Santa Maria Maddalena insieme con don Nicola Albertin (moderatore); padre Luca Busetto amministratore parrocchiale dell’Unità pastorale di Gavello, Lama e Pezzoli; don Stefano Maniezzo parroco dell’Unità pastorale di Costa di Rovigo, Gognano,Villamarzana. La responsabilità della cura pastorale della parrocchia di Canale, nel contesto dell’Unità pastorale con Villadose e Cambio, viene affidata come parroco a don Carlo Marcello (finora amministratore parrocchiale), il quale si avvarrà nel fine settimana della collaborazione di don Daniele Bragante.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • adriano tolomio

    09 Settembre 2019 - 14:02

    Colpisce la coinicidenza di questo doppio ritiro.

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl