you reporter

LA PESCA IN PROTESTA

Lagune, si apre uno spiraglio per i 15 anni

Diritti di pesca: il presidente rimanda la palla al consiglio provinciale che si impegna a fare una delibera per assicurare la lunga assegnazione delle lagune ai pescatori

Si apre uno spiraglio per i 15 anni

Alla fine, a quattro ore dall'inizio della protesta durante la quale i pescatori di Porto Tolle hanno invaso il capoluogo nella lotta per l'ottenimento di 15 anni di gestione delle lagune di Scardovari (LEGGI ARTICOLO), si apre un piccolo spiraglio per la pesca nel Delta.

Il presidente della Provincia, Ivan Dall'Ara ha di fatto rimandato la palla al consiglio provinciale che si impegna a predisporre una delibera per la proroga dei diritti esclusivi di pesca della durata di 15 anni a favore del Consorzio cooperative dei pescatori del Polesine. Una risposta che non trova ampio consenso, molti pescatori pensavano di ottenere già oggi una risposta per il futuro del loro lavoro. Qualcuno, infatti, propone di occupare il palazzo della Provincia.

Al termine dell'incontro, il presidente dei pescatori, Luigino Marchesini, ha chiesto al presidente Ivan Dall’Ara se voterà la proroga dei 15 anni in consiglio provinciale. Dall’Ara risponde: “Deciderò quando sarà il momento”

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl