Cerca

ULSS 5

La battaglia è vinta: zero casi di West Nile

La disinfestazione precoce e capillare hanno debellato il virus

Contagio a macchia di leopardo

L'anno scorso, il bilancio, in Polesine, del West Nile, fu impressionante: cinque morti, 50 casi di positività conclamata al virus, 46 casi sospetti (LEGGI ARTICOLO). Sarebbe esagerato definirlo un bollettino di guerra, ma comunque una serie di dati che indusse la Regione e l'Ulss 5 a programmare un articolato piano di contrasto al virus, da attuarsi l'anno successivo, ossia quello attualmente in corso. Ora, alle soglie di ottobre, è il momento di tirare le somme. Lo si farà ufficialmente il prossimo 30 settembre, quando il numero uno della sanità in Polesine, il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana Antonio Compostella, illustrerà nel dettaglio come è andata.

Il dato forte, però, è tanto semplice quanto eclatanti. Zero casi di West Nile in Polesine, quest'anno. Segno che la capillare e anticipata disinfestazione pianificata dalla nostra azienda sanitaria ha ottenuto esattamente lo scopo che si prefiggeva. La strada, anche per i prossimi anni, è tracciata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy