Cerca

POLESELLA

La Provincia dice no agli studenti pendolari

La mozione del consiglio comunale non ha trovato spazio a Palazzo Celio

Piazzale Cervi annaspa fra idee e traslochi falliti

Il consiglio comunale di Polesella si è riunito il 30 settembre alle ore 21.00 per discutere un corposo ordine del giorno. In apertura, il sindaco Leonardo Raito ha voluto ringraziare a nome di tutta la Giunta e di tutto il consiglio il segretario comunale Alessandro Ballarin, che lascia il comune dopo la nomina a segretario generale del comune di Rovigo, tributandogli un plauso per la competenza e le capacità con cui ha coadiuvato, per oltre tre anni, la struttura municipale.  

Tra i punti maggiormente importanti, l'assestamento generale di bilancio, con contestuale applicazione di parte dell’avanzo di amministrazione 2018, e stato di attuazione dei programmi - contestuale modifica del Documento unico di programmazione, quindi la Estinzione anticipata dei mutui Cassa Depositi e Prestiti.

I due punti hanno visto la relazione del responsabile dell’area finanziaria Stefano Andreotti, che ha presentato le varie voci entrate nella manovra e che riguardano, in particolare, l’estinzione anticipata di mutui con la cassa deposito e prestiti per 727.000 euro, che libreranno spazi di spesa corrente, sugli anni a venire, per oltre 70.000 euro. “Una manovra di serietà a cui plaudo – ha detto nel suo intervento il capogruppo di Polesella Domani Franco Modena – e che consente di destinare una fetta significativa di avanzo bloccato per vecchie normative ormai superate. Bene ha fatto la Giunta a scegliere di ridurre debiti pregressi, alleggerendo il bilancio nella parte corrente e rendendo più facili le scelte di domani”.

Si è poi passati alla "determinazione gettoni di presenza consiglieri comunali - Rideterminazione degli oneri concessi con le attività in materia di status degli amministratori locali ai fini dell’invarianza della spesa” che fissa in poco più di 17 euro il gettone di presenza per i consiglieri e si è approvata la convenzione con Ater di Rovigo per adempimenti relativi al bando 2019 e per la gestione delle domande di assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale.

Il consiglio comunale ha poi deciso unanimemente di rinviare l’elezione delle commissioni consiliari permanenti per ridurne il numero da cinque a tre e ha approvato le Delimitazioni competenze commissione edilizia comunale e modifica articoli 12, 13 e 14 del Regolamento edilizio ai sensi art. 96 D. Lgs. 267/2000 così come emendate dai capigruppo consigliari. Infine, sono state approvate alcune mozioni come quella sul “Progetto di riordino istituzionale delle Province” presentata dai capigruppo consigliari di “Polesella Domani” e “Polesella Viva” in data 26/07/2019; e quella in merito “ai servizi di Polizia stradale su vigilanza dell’obbligo di assicurazione Rca” presentata dall’Assessore comunale alla Polizia locale in data 26/07/2019.

Da ultimo la discussione sulla mozione “aiuto e agevolazione agli studenti pendolari” presentata dal gruppo consigliare “Polesella Viva” in data 04/09/2019. Dopo l’illustrazione, il sindaco Leonardo Raito ha letto la risposta giunta dalla Provincia in merito all’istanza presentata e che non lascia spazio alla possibilità proposta di istituire una nuova fermata di autobus nella zona di Via De Gasperi a Rovigo.

La minoranza ha comunque apprezzato la collaborazione del sindaco e della giunta comunale su un tema sensibile per la comunità e il consiglio comunale tutto si è ripromesso un approfondimento anche sulle segnalazioni di difficoltà del servizio portate all’attenzione del consesso.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy