you reporter

Valliera

Tutto il paese si ferma per Michele

Larga partecipazione e momenti di forte commozione per l’ultimo saluto a Michele Guzzon

Tutto il paese si ferma per Michele

Un vero e proprio giardino di fiori ha accolto la salma di Michele Guzzon, coperta da un cuscino di rose bianche, per il rito delle esequie, sabato mattina, nel santuario Madonna dell’autista a Valliera. E tra i fiori i nomi, oltre a quelli di familiari e parenti, di quanti hanno perso un amico: dall’associazione di volontariato Valliera 2000, agli amici della Galleria, per arrivare alla compagnia del pescatore. Chiesa completamente gremita e insufficiente per le tutte persone, così in tanti sono rimasti fuori.

Una larga e commossa partecipazione per l’ultimo saluto a Michele, per un affettuoso abbraccio alla moglie Mirca ormai senza lacrime per un dolore inconsolabile, per essere vicini a mamma Loredana e papà Bruno nel loro pianto ininterrotto, insieme alla sorella Emanuela. E Giulia, la figlia rimasta senza papà, ha visto stringersi a sé tutti i compagni di classe della quarta A linguistico del liceo Bocchi-Galilei arrivati in pullman insieme all’insegnante.

Adesso spetta a Dio - ha affermato don Fabio Finotello nell’omelia - completare il quadro, aggiungere l’ultimo tratto di disegno, di quel disegno che tanto piaceva a Michele. Dio non lascia mai la sua opera incompleta - ha aggiunto il sacerdote - anche se a noi vengono a mancare le parole quando si troviamo a vivere questi momenti”.
E ha aggiunto: “Tutta la tua vita è stata un gesto di accoglienza che hai praticato come un’opera d’arte le cui tinte sono state compagnia, amicizia e ospitalità”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl