you reporter

Alto Polesine

L’acqua dello scolo diventa rossa

Scatta l’allarme inquinamento su Cavo Arienti e Arienti Inferiore, ma l’Arpav rassicura: “E’ soltanto un’alga”.

L’acqua dello scolo diventa rossa

Acqua rossa negli scoli tra Stienta, Bagnolo e Castelguglielmo: le analisi Arpav hanno individuato in un’alga la responsabilità del fenomeno.

L’allarme è scattato martedì mattina, quando il personale del Consorzio di bonifica Adige Po ha segnalato all’Arpav un sospetto inquinamento degli scoli consorziali Arienti Inferiore e Cavo Arienti, la cui acqua era diventata rossastra.

Il personale Arpav ha rilevato la presenza di un esteso strato di materiale rossastro che ricopriva integralmente la superficie dello scolo per un tratto di alcune centinaia di metri.

Le prime indagini, eseguite sul posto, hanno evidenziato valori di temperatura dell’acqua (20 gradi) superiori a quelle della media del periodo, nonché un elevato valore di ossigeno disciolto: condizioni che favoriscono la fioritura algale. Sono stati prelevati dei campioni di acqua e dello strato superficiale rossastro, simile ad una mucillagine, per eseguire le analisi di laboratorio.

I risultati delle analisi hanno individuato quale causa della colorazione rossastra la fioritura algale di un elevato numero di cellule appartenenti alla specie euglena sanguinea Eherenberg.

Questa alga è un organismo unicellulare che possiede un complesso di pigmenti che, nelle ore diurne a più intensa illuminazione, presentano una pellicola rossa in superficie, mentre nelle ore serali assume una colorazione verde. Il fenomeno, di norma, si manifesta nei periodi di elevata temperatura prevalentemente in acque poco profonde e stagnanti. Sono in corso le analisi chimiche di caratterizzazione delle acque dello scolo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl