you reporter

GUARDIA FORESTALE

Orrore nei campi, tagliole per straziare gli animali

Attrezzi da bracconieri, pericolose anche per le persone

Nei giorni scorsi, militari della Stazione Carabinieri Forestale di Rovigo impegnati nella attività di controllo dell’attività venatoria, hanno scoperto in località San Donato in comune di Fiesso Umbertiano alcune tagliole semi occultate tra la vegetazione.

I micidiali congegni, pienamente funzionanti, sono stati immediatamente disinnescati e rimossi in quanto, oltre ad essere il loro utilizzo tassativamente vietato dalla normativa che regolamenta la caccia (Legge 157/1992), rappresentavano un potenziale pericolo per la pubblica incolumità. L’utilizzo delle tagliole, sistema di cattura non selettivo e cruento in quanto provoca lesioni e sofferenze prolungate all’animale che vi resta imprigionato, è generalmente finalizzato alla cattura di grossi mammiferi (volpi, lupi, orsi ecc.) ma nel caso di specie si ritiene siano state posizionate per la cattura delle nutrie.
Il meccanismo di scatto che aziona la micidiale morsa dentata che afferra l’animale, viene azionato calpestando l’innesco e quindi qualsiasi animale cacciabile o non cacciabile, selvatico o domestico che si fosse trovato a passare in zona, era potenzialmente in pericolo.

Dei fatti è stata immediatamente informata l’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto il sequestro.
Sono in corso le indagini per poter risalire agli autori del reato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl