you reporter

IL PROGETTO

Rivive il Celio: aule studio, bar, asilo e laboratori di innovazione

Un progetto di innovazione e rigenerazione che parte dal cuore del centro storico per arrivare anche alle frazioni

35453

L'ex liceo classico Celio di Rovigo

14/11/2019 - 13:33

Da scuola a centro digitale nel cuore della città. E non solo centro digitale per l'innovazione, ma anche una struttura dotata di centro ristoro e di uno spazio bimbi. L’ex liceo Celio, in via Badaloni, è pronto a diventare un Urban digital center, o Innovation lab, ovvero un enorme servizio pubblico digitale dedicato a tutte le fasce d’età, dagli studenti, fino ai “senior” interessati a prender parte a questa rivoluzione digitale che l’assessore all'innovazione del Comune di Rovigo, Luisa Cattozzo, ha presentato questa mattina a Palazzo Nodari. Un maxi progetto che coinvolge anche le frazioni rodigine, dove verranno realizzate delle palestre digitali, ovvero luoghi di incontro dove apprendere il digitale. 

Si tratta di un progetto davvero innovativo, interamente realizzato dagli uffici comunali e dagli amministratori, del valore di 700mila euro che attende ora solo l'ok della Regione. "Ma anche se non arriverà lasceremo comunque alla città un progetto che è un vero patrimonio. Ci crediamo davvero tanto. E il messaggio è semplice: si può fare", commenta il sindaco Edoardo Gaffeo. Il costo del progetto è interamente a carico della Regione e il Comune dovrà mettere solo gli spazi. Ma l'amministrazione per utilizzare, appunto, l'ex Celio, prevede anche un rifacimento della facciata per il quale attende un preventivo.

"Sul fronte digitale - prosegue Cattozzo - Nella rete di partenariato ci sono anche Adria e Villadose, così come lo Iuav e l'Università di Ferrara, ma anche gli istituti superiori scolastici. Saranno realizzati anche quattro palestre digitali ad Adria e Villadose, ovviamente di concerto con gli amministratori locali. Saranno spazi in cui lavorare anche a soluzioni progettuali per la città".

Le possibilità sono, comunque, molteplici: il progetto coinvolge anche Il Centro servizi volontariato, l'incubatore di imprese T2i, il Fablab. Si parla pure di spazi per il coworking, di aule studio per i ragazzi dell'Università, di spazi di aggregazione, di palestre digitali per imparare le nuove tecnologie, di spazi attrezzati per l'utilizzo di stampanti 3D, di uno spazio per i bimbi, che potranno essere lasciati qui dai genitori, di un punto ristoro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl