you reporter

SCARDOVARI

Il coraggio dei pescatori impressiona il Ministro

Il ministro D'Incà ringrazia i pescatori: "Sono onorato di essere qui fra di voi, che vi siete già rimessi al lavoro per la ricostruzione"

Il ministro Federico D’Incà, il prefetto Maddalena De Luca, il consigliere regionale Erika Baldin, sono stati a Rosolina Mare e a Scardovari a visitare i luoghi colpiti dal maltempo che si è abbattuto nelle sere scorse. Al centro de congressi di Rosolina Mare sono stati accolti dal sindaco Franco Vitale e dall’assessore Stefano Gazzola (LEGGI ARTICOLO). A Scardovari dal sindaco Roberto Pizzoli, dagli assessori Tania Bertaggia e Raffaele Crepaldi, dal presidente del consorzio Luigino Marchesini, e dai presidenti delle diverse cooperative.

I sindaci hanno evidenziato che il territorio è pronto a darsi da fare lavorando per rialzarsi quanto prima. Il prefetto ha dato il benvenuto al ministro in questa terra che ha definito straordinaria. “Le persone sono meravigliose e sono state colpite duramente ancora una volta – queste le sue parole -. Speriamo che sia l’ultimo evento ma vediamo che anche in queste ore siamo soggetto ad allerta meteo importante che merita attenzione e tutta la collaborazione. Grazie al ministro per la sua vicinanza al territorio”.

“Sono io a ringraziarvi, è un dovere per me essere qui di fronte a queste cose che sono successe – ha affermato D’Incà -. Sono stato a Venezia che la vedete immortalata in tutte le immagini del mondo, poi a Chioggia, a Rosolina e quindi a Scardovari. Sappiamo che in questi giorni il territorio è stato investito da un’onda pazzesca, siamo ad un passo del record del 1966. Anche l’anno scorso c’è stato un grande problema con il maltempo che ha fatto crollare a terra milioni di alberi. Di fronte a questi agenti atmosferici non dobbiamo abituarci ma comunque difenderci avendo un forte senso della comunità e con persone che lavorano. Andare lungo l’argine e vedere tutte le strutture distrutte è impressionante. A Roma avremo sensibilità di fronte a queste zone. Il consorzio di Scardovari è un luogo di lavorano importante con 60, 70 milioni di euro di fatturato all’anno. Avete fatto grandi passi in avanti, avete le cozze dop, le vongole, l’ostrica rosa, tutti prodotti prestigiosi. Poi vogliamo stare vicino alle persone. Daremo 5mila euro per i privati e 20mila euro per le aziende. Inoltre il nostro governo vuole stanziare nei prossimi 5 anni 50 miliardi di euro per il paese”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl