you reporter

ULSS 5

Caso Coimpo: "Nessuna contaminazione dei prodotti agricoli"

Primi riscontri delle analisi sui terreni che sarebbero stati oggetto degli sversamenti di fanghi

Coimpo, la Provincia chiede risultati e nuovi campionamenti

19/11/2019 - 08:27

Le prime analisi avrebbero escluso la presenza di agenti inquinanti o di ogni tipo di contaminazione nei prodotti coltivati su alcuni dei campi che sarebbero stati fatti oggetto degli sversamenti di fanghi in uscita dall'impianto Coimpo - Agribiofert che si trova in località America, a Ca' Emo, Adria. In particolare, sarebbero stati analizzati frumento e meloni. Campioni che sarebbero stati raccolti ed elaborati da Arpav.

Si tratta di uno dei casi di maggiore eco degli ultimi anni, legato all'azienda per la quale è da poco andato a sentenza il processo di primo grado per la nube gassosa che, generatasi durante il trattamento dei fanghi, uccise, il 22 settembre del 2014, quattro persone (LEGGI ARTICOLO). Nelle prossime settimane, invece, dovrebbe definirsi, sempre in primo grado e sempre a Rovigo, un altro processo, relativo appunto ai contestati spandimenti non a norma nei campi di varie località del Polesine (LEGGI ARTICOLO). In sostanza, secondo le accuse, le due aziende, nel trattare i fanghi, che ricevevano da impianti di depurazione e da provenienze simili, non avrebbero rispettato tutti i passaggi previsti dal trattamento, prima di spanderli sui campi come fertilizzante.

Da qui il timore per possibili episodi di inquinamento. Ora, i primi riscontri, al di là del comportamento contestato nel processo penale, paiono rassicuranti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl