you reporter

ADRIA

Le associazioni pronte a cedere parte dei contributi a Scardovari

La proposta è emersa nel corso della riunione per parlare del nuovo regolamento

Subito 5 milioni di euro per ricostruire le cavane

Si doveva parlare del nuovo regolamento delle associazioni, in particolare per quanto concerne l'erogazione dei contributi a questa realtà, estremamente importanti per tutto il territorio adriese. Nel corso della riunione, però, è emersa con convinzione la proposta di destinare parte di questo fondo ai pescatori di Scardovari, le cui cavane sono state devastate dal maltempo.

Nella serata di giovedì scorso, il sindaco Omar Barbierato e l’assessore Marco Tosato, affiancati dai quattro presidenti delle consulte di settore, Mattia Spinello per il volontariato, Maria Chiara Roccato per la cultura, Ermes Bolzon per l’ambiente e Federico Simoni per lo sport, hanno incontrato nella sala pubblica di  via Dante le associazioni del comune di Adria, al fine di proseguire l’ascolto e il confronto in vista dell’assegnazione dei contributi ordinari annuali e per avviare l’iter di consultazione per redigere il nuovo regolamento dei contributi

“Questo aggiornamento era necessario per costruire una visione comune della fervente attività associativa che caratterizza la nostra città - afferma Tosato - anche quest’anno daremo sostegno ai sodalizi adriesi attraverso l’assegnazione di contributi comunali secondo il regolamento vigente. L’incontro è stato fondamentale per informare le associazioni sulle modalità dell’erogazione dei contributi e recepire le proposte di modifica del regolamento in vista della stesura di quello nuovo, al fine di aggiornare un atto che risale ai primi anni ‘90”.

Dalla riunione  è  emerso che attraverso il bando pubblico,  l’assegnazione  dei contributi non è una scelta politica, bensì spetterà  agli uffici  comunali e al segretario  Gianluigi Rossetti vagliare le richieste per l’assegnazione dei contributi pubblici ai vari sodalizi.

In chiusura di riunione è stata accolta con un applauso unanime, la proposta di uno dei partecipanti all’incontro, di devolvere parte dei fondi pubblici agli amici di Scardovari, ossia i pescatori la cui attività economica ha pagato un dazio pesantissimo al maltempo. Una richiesta così commentata dal primo cittadino: “Una bella idea che, spero venga accettata  da molte  associazioni. Un sostegno concreto per chi in questo momento sta passando un periodo di difficoltà, dopo il maltempo del 12 novembre”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl