you reporter

POLIZIA

Video hard con la minore diffuso a scuola, famiglia sotto shock, denunciato l'ex

I genitori hanno lanciato l'allarme, la polizia ha denunciato

63718

Una donna manda 7mila messaggi all'ex

Sono stati i genitori a lanciare l'allarme, quando hanno saputo che, nella scuola della figlia, nel territorio di Adria, circolava un video che ritraeva la ragazzina, minore, in atteggiamenti sessuali, piuttosto espliciti. Un video che si stava diffondendo tra i compagni. Secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato l'ex compagno a diffondere il video. E' stato denunciato alla Procura dei minori. Denunciato anche un amico, maggiorenne, che sarebbe stato trovato in possesso del video.

A portare alla luce per primo la vicenda, il dirigente scolastico che, tramite alcuni contatti con gli studenti, era venuto a sapere quanto si stava verificando. Da qui il contatto con la famiglia e con le forze dell'ordine, che si sono messe al al lavoro, col personale del commissariato di Adria. Non è stato particolarmente difficile, per gli investigatori, venire a capo dell'accaduto. I video sarebbero stati trasmessi dalla ragazzina all'allora compagno, col quale avrebbe avuto una breve relazione, raccomandandosi di tenerli per sé. Non sarebbe, però, andata in questa maniera. Da qui la denuncia a piede libero dell'ex compagno per l'ipotesi di reato di divulgazione di materiale pedopornografico, della quale si occuperà la Procura dei minori, dal momento che anche il presunto responsabile della diffusione sarebbe minore, oltre che frequentante la medesima scuola della ragazzina.

Nei guai anche un maggiorenne, nel cui telefono, appunto, sarebbe stato trovato il filmato in questione. E' stato, di conseguenza denunciato alla Procura per detenzione di materiale pedopornografico. Il consiglio delle forze dell'ordine è sempre quello di non divulgare mai immagini di questo tipo, che dovrebbero restare private, sempre e comunque. Il che, ovviamente, non significa che la vittima sia in qualche maniera corresponsabile dell'accaduto: non è così. Si tratta, semplicemente, di una misura di prudenza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl