you reporter

BOTTRIGHE

"I numeri ci sono. E noi vogliamo riaprire la scuola"

Il sindaco Omar Barbierato assicura che il percorso per riprendere l'attività della media della frazione non si fermerà

Cacciato per la pelle scura. "Colpa di chi alimenta l'odio"

Il sindaco di Adria Omar Barbierato

“L’impegno per la riapertura delle scuole di Bottrighe è stato preso pubblicamente con la comunità di frazione, i dirigenti scolastici che dall’anno scorso ad oggi si sono succeduti e con il provveditorato agli studi. Non solo: è trascorso circa un anno da quando avvisai  il sindaco di Papozze in merito, visto che storicamente le scuole di  Bottrighe e Papozze sono succursali della Marino Marin di Adria". Lo spiega il sindaco di Adria Omar Barbierato, che torna sulla questione della riapertura della sezione distaccata della scuola a Bottrighe.

"Quest’anno, con l’arrivo della nuova dirigente - dice ancora - abbiamo rinnovato l’esigenza di riaprire la scuola, al provveditore agli studi e in base alla delibera di giunta regionale di Luglio, riguardante le  linee guida sui nuovi punti di erogazione del servizio scolastico, è nata la necessità di  avvisare i due sindaci dello stesso ambito territoriale  attraverso una delibera di giunta:Papozze e Pettorazza. A quel punto ho informato i due primi cittadini, spiegando quale sarebbe stato la procedura da seguire,  inviando loro per cortesia istituzionale, visto che gli uffici adriesi sono strutturati diversamente rispetto ai due comuni più piccoli, una bozza di delibera  già preparata nell’impianto normativo, dove mancava solo il parere della giunta comunale. In merito Pettorazza ha espresso parere favorevole”.

“ I numeri – prosegue Barbierato - che abbiamo  trasmesso in Regione sono degli alunni dell’attuale scuola elementare che assicurerebbero a regime delle tre classi medie, il numero minimo richiesto dalle linee guida della regione. La comunità di oltre 2mila abitanti di Bottrighe quindi ha, sia l’edificio pronto che  il numero complessivo di studenti per poter partire con il nuovo anno scolastico con la scuola media. Come promesso alla comunità e in modo politicamente convinto e non certo demagogico, continueremo a percorrere tutte le strade per riaprire la scuola, a differenza di quello che non è stato fatto negli ultimi anni, quando la comunità di Bottrighe è stata lasciata da sola”.

“Il volere  della maggioranza politica è che i servizi  nel territorio siano uno strumento di crescita del territorio stesso, per assicurare alle  famiglie con bambini maggiori possibilità di sviluppo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl