you reporter

IL PREMIO

Un tecnico polesano tra i migliori d'Italia

Francesco Verza è andato a Roma per ritirare il “Premio Mondonico 2019”, dedicato ai tecnici e atleti impegnati nell’ambito sociale

Un tecnico polesano tra i migliori d'Italia

Da Rovigo a Roma per ritirare il “Premio Mondonico 2019”, dedicato ai tecnici e atleti impegnati nell’ambito sociale. Francesco Verza tecnico, allenatore dell’Uisp - Unione Italiana Sport per Tutti di Rovigo è stato scelto assieme ad altre nove personalità in tutta Italia, dalla provincia di Rovigo e dal Veneto. Un riconoscimento importante voluto dal Coni (Comitato olimpico Nazionale Italiano) nell’ambito dell’accordo di programma con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, realizzato da Sport e Salute per la promozione delle politiche di integrazione attraverso lo sport.

A Francesco Verza piace stare nel fango, a giocare e a insegnare. Là, dove le corse, i calci ad un pallone sono uguali per tutti, lo spirito di squadra e lo stare assieme sono il primo traguardo, ancor prima della vittoria.  Ed è per questo che ha vinto il premio per l’inclusione sportiva, consegnata lunedì 2 dicembre, a Roma, all’Università Tor Vergata. Il tecnico e insegnante rodigino, di 61 anni, si trova più a suo agio sul manto erboso di un campo da calcio, o lungo i percorsi delle camminate di Nordic Walking, immerso nella natura e nella campagna, dove può rendersi utile e aiutare le persone a fare attività fisica. Quando non è a scuola, tra i suoi alunni, ad insegnare, professione che svolge da 35 anni con competenza e passione.  L’insegnante rodigino, molto conosciuto sul territorio è giunto nella capitale, dove emozionato ha ritirato il “Premio in memoria di Emiliano Mondonico”.  Affianco a lui il presidente di Uisp Rovigo, Tiziano Quaglia. L’Uisp territoriale di Rovigo ha infatti segnalato la sua candidatura.

“Adoro stare tra le persone e poter lasciar loro qualcosa, creando contatti amicizia e relazioni sociali- ha dichiarato Francesco Verza- Sono emozionato e soddisfatto di ricevere questo premio che permetterà l’acquisto di attrezzature tecnico sportive. Un riconoscimento importante che aiuta nello spirito ma anche nel concreto”. Il premio consiste in un buono da 2mila euro con il quale sarà acquistato materiale sportivo. Francesco, componente della “Polisportiva Marzana” di Granzette di Rovigo, ha realizzato con l’Uisp Rovigo due progetti dedicati all’inclusione sociale: la formazione della squadra di calcio “Porto Alegre” con i ragazzi richiedenti asilo, ospiti nelle strutture della provincia di Rovigo. Squadra che è attiva da tre anni e partecipa regolarmente ai campionati Uisp. E poi il progetto di camminata di Nordic Walking che tra gli allenamenti e le iniziative della disciplina sportiva prevede anche la partecipazione di persone con disabilità visiva, tre ipovedenti e tre con cecità totale.  Il progetto avviato nel 2014, tuttora in corso, è culminato nella “Camminata Rovigo – Verona: 100 km con gli occhi del cuore” che si concluderà nella città Scaligera il prossimo 13 dicembre.

Il premio ricevuto lunedì 2 dicembre da Francesco Verza si ispira alla figura di Emiliano Mondonico, calciatore ed allenatore che è stato capace, con il suo operato, di farsi interprete e portavoce della dimensione sociale dello sport, e si basa anche sul manifesto delle “Regole per essere Fratelli di Sport”.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl