you reporter

Inps

Reddito di cittadinanza esteso anche agli extracomunitari. E con gli arretrati

Reddito in arrivo per tutti gli extracomunitari che se l'erano visto negare in assenza dei documenti sul patrimonio all'estero. E sono migliaia

Mercoledì arrivano sette profughi

Reddito di cittadinanza sbloccato per gli extracomunitari. Adesso, per quelli che si erano visti bloccare la domanda per la mancanza dei documenti sul patrimonio nei paesi d'origine, riceveranno la carta per il reddito di cittadinanza e anche gli arretrati.

A spiegarlo è l'Inps in un messaggio: il decreto del ministero del Lavoro di concerto con gli Esteri ha definito l'ambito di applicazione della norma sui documenti da produrre per ottenere la carta Rdc. Questo messaggio ha sbloccato circa 23.000 domande rimaste in sospeso. I 55.000 extracomunitari invece che hanno già avuto il beneficio da marzo avranno la certezza di continuare a percepirlo (se non rientrano nei 19 Paesi del decreto). 

Le carte arriveranno a 78mila extracomunitari su poco più di un milione di beneficiari del reddito di cittadinanza.

Il decreto interministeriale i cittadini i quali sono tenuti a produrre l'apposita certificazione (solo sul patrimonio immobiliare posseduto all'estero) sono 19: il Bhutan, la Repubblica di Corea, le Figi, il Giappone, Hong Kong, l'Islanda, il Kosovo, il Kirghizistan, il Kuwait, la Malaysia, la Nuova Zelanda, il Qatar, il Ruanda, San Marino, Santa Lucia Singapore, la Svizzera, Taiwan e Tonga. Per gli altri (la grande maggioranza) la domanda viene quindi sbloccata.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • adriano tolomio

    05 Dicembre 2019 - 08:08

    In pratica liberi tutti o quasi di prendere i rdc senza avere prodotto i documenti che agli Ita(g)liani invece sono richiesti!

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl