you reporter

ANTICHI ORGANI DEL POLESINE

Torna la musica della storia

La rassegna giunge alla 17esima edizione ed è andata sempre in crescendo

05/12/2019 - 14:43

ROVIGO - Una rassegna che ha ormai fatto la storia, in Polesine, e che torna con più energia che mai. Il tutto, con un imperativo sempre ben chiaro in mente: suonare organi antichi del Polesine, rievocando melodie del passato che parlano al presente.

La rassegna "Antichi organi del Polesine" giunge alle 17esima edizione e festeggia con quattro appuntamenti concertistici: il 7 dicembre alla Cattedrale di Adria, il 15 dicembre nella chiesa di San Nicolò a Ca' Venier-Porto Tolle, il 21 dicembre alla chiesa di San Biagio a Lendinara e il 28 dicembre nel tempio de La Rotonda a Rovigo. "Si tratta di un modo per valorizzare i nostro gioielli più belli - ha detto l'assessore e vicesindaco Roberto Tovo - per farli conoscere e farli tornare in vita".

Gli organi polesani, appartengono alla scuola veneta, e si distinguono per la loro sonorità straordinaria. "Sono strumenti che il mondo intero ci invidia e che in molti vengono qui per suonare" ha affermato Federico Pupo, direttore artistico di Asolo musica. Antichi organi del Polesine è ormai una tradizione, portata avanti da Asolo musica-Veneto musica nell'ambito di un progetto di valorizzazione e riscoperta degli organi più preziosi e storici del Veneto che ha creato il circuito circuito concertistico "Cantantibus organis": un percorso sonoro-emozionale che a varie tappe nei diversi periodi dell'anno, coinvolge gli strumenti di buona parte della regione. Tutti gli eventi saranno a ingresso libero e gratuito.

Di seguito, il video della diretta completa della presentazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl