you reporter

DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA

Fallisce la manovra della Provincia. Le lagune restano ai pescatori che gridano: "Vai a casa"

Il consigliere Pizzoli a nome dei colleghi legge una lettera contro il presidente Dall'Ara

Diritti esclusivi di Pesca, salta tutto: la rabbia dei pescatori (e non solo)

Foto d'archivio

La manovra della Provincia per revocare la concessione dei diritti esclusivi di pesca ai pescatori è fallita. Le lagune restano alla gente di Scardovari e continua a fare testo la concessione per 15 anni.

All'ordine del giorno del consiglio provinciale c'era, questa mattina, la revoca della concessione dei diritti di pesca per 15 anni. Un punto all'ordine del giorno non condiviso dal consiglio come spiega bene il consigliere e sindaco di Porto Tolle, Roberto Pizzoli a nome anche dei colleghi Mazzucato, Martello, Siviero e Mantovan. "Questa è l'ennesima dimostrazione che il suo, presidente, è ormai un accanimento - commenta Pizzoli - Un accanimento che non vuole lasciare lavorare 1500 pescatori di Scardovari. Questa delibera non è votabile. E lei, presidente, dovrebbe riflettere perché non è più in grado di mantenere in piedi il consiglio. Noi ce ne andiamo dall'aula". E con loro esce anche la consigliera Beltrame tra gli applausi dei pescatori che erano seduti tra il pubblico del consiglio.

E poi si alza un grido: "Vai a casa", diretto al presidente.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl