you reporter

ADRIA

Verso una nuova era per il Csa

Consiglio comunale aspro e dibattuto, ma emerge una esigenza comune: voltare pagina per le nuove sfide

Un consiglio comunale nel corso del quale non sono mancati momenti di confronto anche aspri, quello di ieri sera ad Adria, ma dal quale è emersa una sostanziale convergenza tra maggioranza e opposizione, con comunque alcuni distinguo, su una esigenza comune: voltare il prima possibile pagina sulla gestione del Csa di Adria, la locale casa di riposo, con la nomina del nuovo Cda, il consiglio d'amministrazione, al quale farà seguito la nomina del presidente.

La maggioranza, nella mattinata di mercoledì 16 gennaio, ha nominato i propri componenti: Graziella Braghin, Mauro Colombo, Simone Mori e Daniela Pasquali. Ora spetta alla minoranza esprimere il proprio nome. Il presidente in pectore sarebbe Mori.

Al di là di questo, alla presenza anche di rappresentanti sindacali dei lavoratori della casa di riposo, così come dei familiari degli ospiti, si è deciso di tenere ben presenti due priorità: appunto, la tutela della struttura, che a breve potrebbe essere minacciata ancora più di quanto accada ora dalla concorrenza di strutture private, e quella dei lavoratori. Non sono mancate prese di distanza dalla politica e dall'agire dell'attuale direttore della struttura che, però, al contrario della presidente uscente Sandra Passadore, rimarrà ancora in carica.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl