you reporter

ROVIGO

"Beethoven? Ve lo racconto io..."

Grande successo per l'iniziativa di sabato con il Maestro Adriano Bassi

Il comitato rodigino della Società Dante Alighieri, che ha sempre avuto un occhio di riguardo per la musica, ha deciso di inaugurare l’anno sociale in grande stile con un ospite di tutto rispetto.

Il primo appuntamento annuale, aperto alla cittadinanza, è andato in scena sabato 18 gennaio alle 18 all’auditorium “Tamburini” del conservatorio “Venezze”. Ospite speciale il Maestro Adriano Bassi. Il pianista, compositore, direttore d’orchestra e presidente del comitato Dante di Milano ha raccontato di Beethoven: nel 2020, infatti, ricorrono i 250 anni dalla nascita del musicista tedesco, annoverato tra i massimi geni della storia della musica.

“La storia di Beethoven - spiega Mirella Rigobello, Presidente del comitato rodigino della Società Dante Alighieri - ci ha tramandato la produzione, la vita ufficiale, ma non quella ufficiosa. In questo incontro cercheremo di entrare in intimità con un genio assoluto, positivo provocatore, rivoluzionario senza paura, compositore irraggiungibile”.

Adriano Bassi, nato a Milano è concertista di pianoforte, compositore e direttore d’orchestra. Ha scritto vari libri di argomento musicale e storico fra i quali figurano: “Storia del Cafè chantant” (prefazione di Paolo Limiti), “Caro Maestro”, epistolario inedito di D’Annunzio ai musicisti (prefazione di Giampaolo Rugarli) rieditato nel 2018. Bassi si è occupato anche di teatro, per cui ha scritto  “Gli amori disperati di Ludwig van Beethoven” e “Vita di Casanova”. È inoltre iscritto all’Ordine dei Giornalisti ed ha ricoperto la carica di probiviro all'interno dell’associazione lombarda dei giornalisti. Attualmente scrive su numerose riviste, fra le quali “Nuova Antologia” fondata da Benedetto Croce; tiene conferenze di argomento musicologico, storico e filosofico in importanti sedi tra cui l'accademia rubiconia dei filopatridi e il Lyceum di Catania. Ha inoltre inciso numerosi lp e cd, fra i quali il “Requiem” di Wolfgang Amadeus Mozart. Attualmente dirige varie orchestre, fra le quali la “Ludwig van Beethoven”, tenendo numerosi concerti in Italia e all’estero. In passato ha collaborato con il Teatro alla Scala di Milano e tuttora collabora, in veste di musicologo, con la Rai e con la Radio Vaticana. Ha collaborato con Paolo Limiti ed è direttore artistico dell’associazione “Pietro Mongini”. Cura inoltre la direzione artistica di numerose stagioni musicali che hanno luogo in sedi italiane e straniere. Ha composto tre opere sulle vite di Giuseppe Verdi, Maria Callas e Giovanni Paolo II (rappresentata già a Milano e il 3 Settembre 2005 ad Introd, in Valle d’Aosta, luogo di villeggiatura del Papa).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl