you reporter

Emergenza Coronavirus

Avis e Fidas Polesana: centri trasfusionali polesani aperti e funzionanti

I presidenti provinciali dei due sodalizi sottolineano però il divieto ai donatori che abbiano sintomi come da linee guida

Avis e Fidas Polesana: centri trasfusionali polesani aperti e funzionanti

I presidenti Garbellini e Callegari informano tutti i donatori di sangue polesani: “Siamo in continuo collegamento con il Dmt dell'Ulss 5 Polesana e con il Centro regionale attività trasfusionali".

In questo momento, valgono le linee guida volte a rafforzare al massimo la tutela dei donatori e dei riceventi: anche lievi sintomi di sindrome da raffreddamento sono causa di esclusione temporanea dalle donazioni; i donatori che presentino tali sintomi non devono recarsi a donare e questo fino a due settimane dopo la completa guarigione; se comparissero sintomi simil influenzali anche a distanza di 28 giorni dalla donazione il donatore deve comunicarlo immediatamente; trattandosi di un problema di salute pubblica e non trasfusionale specifico i donatori abitanti nel o nei paesi interessati da ordinanze non devono recarsi a donare in punti di raccolta di altri paesi e devono seguire le istruzioni impartite dalla autorità sanitaria, che possono prevedere la quarantena e/o misure di screening di laboratorio.

"Abbiamo affrontato altre emergenze in passato, in particolare nelle nostre zone il West Nile Virus - spiegano Avis e Fidas - il continuo monitoraggio della situazione da parte delle autorità sanitarie, la sinergia fra l’azienda sanitaria e le associazioni e il grande senso di responsabilità dei donatori ci consentiranno di affrontare anche questa. Ricordiamo anche che la donazione avviene nella massima tutela del donatore e con personale altamente qualificato: la salute dei donatori resta la prima priorità di tutto il sistema”. “Il nostro ringraziamento va a tutti i donatori che anche in questi giorni difficili e di disagio sanno trovare un po’ di tempo per dare un sostegno agli ammalati e al sistema sanitario del nostro Paese e al personale medico che sta fronteggiando un’emergenza importante”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl