you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

Sei nuovi contagiati, c'è anche un bimbo di 3 anni

Continua ad aumentare il numero dei polesani contagiati. Per fortuna il bimbo non ha sintomi gravi

compostella

compostella

Il bollettino del contagio in Polesine oggi è cominciato con un'ottima notizia: i tamponi eseguiti sui pazienti di Trecenta erano "falsi positivi", ovvero, rifatti i tamponi sono risultati negativi. I sette pazienti non hanno contratto il coronavirus (LEGGI ARTICOLO).

"Per quanto riguarda il resto dei contagi nel nostro territorio - ha spiegato il direttore generale Antonio Compostella durante l'appuntamento video con la stampa - Oggi abbiamo il riscontro di sei nuove positività. Ieri il numero era molto più alto ma erano arrivati in un'unica soluzione i risultati di diversi giorni precedenti. Di queste sei nuove positività abbiamo tre persone ricoverate che avevano già manifestato sintomatologia ed erano in malattie infettive da due giorni. Poi ci sono tre persone che sono in isolamento domiciliare. Di queste abbiamo una prevalenza di persone giovani, il più "anziano" 1954. Ma c'è anche un bambino di 3 anni con sintomatologia. Aveva eseguito il tampone a Trevisto. Si tratta di un bimbo dell'Altopolesine, fortunatamente non ha sintomi che destano preoccupazione. Gli altri positivi sono del '67, '61, '97, '78. Per fortuna non ci sono anziani, probabilmente perché stanno meglio recependo le indicazioni".

"Si tratta di casi che vanno dal Basso Polesine, passando per Rovigo, Medio e Alto Polesine - continua Compostella - Tutte persone per lo più che si devono muovere per lavoro".

Il totale dei positivi in Polesine arriva a quindi a quota 114 comprendendo anche gli 8 pazienti di Urologia e i due dipendenti (LEGGI ARTICOLO). Di questi 30 sono ricoverati (11 persone tra pneumologia e semi intensiva dell'ospedale di Rovigo tutti in stazionario miglioramento, 2 ricoverati in malattie infettive che rimangono finché la febbre è prevalente rispetto alla problematica respiratoria, prime 2 persone ricoverate nell'area Covid di Trecenta e 7 pazienti in terapia intensiva ma uno è stato dimesso e portato in area Covid gli altri hanno tutti un quadro stazionario), 6 guariti, 2 deceduti. Risultiamo ancora la Provincia con il minor numero di positivi e il più alto numero di persone in isolamento in percentuale alla popolazione, 536 ad oggi.

"Abbiamo eseguito il tampone a 860 operatori dell'Ulss - aggiunge Compostella - Di questi abbiamo fino ad oggi 3 positività, due sono quelle di Urologia e una è "vecchia", 70 in attesa e tutti gli altri negativi. Una dato davvero importante prima di tutto per loro che lavorano tutti i giorni sotto una incredibile pressione psicologica, ma significa anche continuità assistenziale. Per quanto riguarda le case di riposo del Polesine che sono 20, per gli ospiti con riscontro di positività è solo 1. Un ospite della casa di riposo di Fratta Polesine.  Sempre solo 1 anche per quanto riguarda le positività dei dipendenti, sempre a Fratta dove abbiamo eseguito il tampone a tutti. In isolamento ci sono 6 operatori. Fino ad oggi ringraziando il cielo è una situazione tranquilla. A Porto Viro c'era stato motivo di allarme ma sono risultati tutti negativi".

"I centri diurni per disabili sono chiusi da giorni e loro sono a domicilio con la famiglia abbiamo attivato un supporto a distanza per dare consigli e indicazioni alle famiglie. Non è molto ma almeno proviamo ad essere vicini. Per il personale amministrativo dell'ospedale abbiamo attivato lo smart working. Ce ne sono sessanta che lavorano da casa".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl