you reporter

CORONAVIRUS IN ITALIA

4,7 miliardi subito per far mangiare chi non ha soldi per la spesa

Provvedimento straordinario del Governo

conte

Il premier Giuseppe Conte

"Oggi registriamo e superiamo le 10mila vittime, un numero che ci colpisce, si allarga la ferita nella nostra comunità nazionale: non potremo mai dimenticarla. Un commosso pensiero del Governo e di tutti gli Italiani per le vittime e per i loro familiari. Abbiamo un altro dato che ci incoraggia: segnaliamo i 1434 guariti. Ci contreremo con gli scienziati e con i nostri esperti e confidiamo di portine buone notizie". Questo l'esordio del premier Giuseppe Conte nel discorso agli Italiani.

"Ai cittadini in difficoltà voglio dire che sappiamo che ci sono tante persone che soffrono. Sono sofferenze psicologiche, ma anche tante sofferenze materiali. C'è chi ha difficoltà di approvvigionamento. Abbiamo lavorato per varare subito un provvedimento di grande urgenza, di grande impatto, coinvolgendo i Comuni e i nostri sindaci".

"Ho appena firmato un decreto che dispone che siano girati 4,3 miliardi ai Comuni, in anticipo rispetto alla data di maggio. Con una ordinanza aggiungiamo a questo fondo 400 milioni, che giriamo ai Comuni per le persone che non hanno soldi per fare la spesa, con questo vincolo di utilizzo. Nasceranno buoni spesa e possibilità, da parte dei Comuni, di girare ai cittadini generi alimentari".

"In questo momento nessuno deve essere lasciato solo: siamo tutti sulla stessa barca. E dobbiamo aiutare chi ha maggiori difficoltà, deve nascere una catena della solidarietà. Ci saranno sconti per chi acquista con questi buoni spesi".

Allo stesso modo, si sta cercando di fare in modo perché i 25 milioni previsti nel Decreto Cura Italia arrivino il prima possibile, finendo concretamente in tasca alle imprese, ai cittadini, a chi ne ha bisogno. "Vogliamo accelerare al massimo i termini, arrivando al 15 aprile, anche prima. Non è facile, ma vogliamo fare in modo che i 600 euro per le partite Iva, le somme della cassa integrazione, tutte le altre misure, arrivino il prima possibile".

"Con questo provvedimento - ha detto il ministro Gualtieri - noi diamo ai Comuni le risorse ai Comuni per fare in modo che le persone bisognose abbiano generi alimentari. Ci sarà sia lo strumento dei buoni spesa che la consegna immediata, gestita dai Comuni, dei generi alimentari. Una risposta immediata, in attesa che cassa integrazione e altre indennità arrivino. Nessuno deve essere lasciato da solo. E' per questo che abbiamo messo a disposizione somme immediate".

Determinante la collaborazione di Anci, la Associazione nazionale dei Comuni Italiani, presiduti dal sindaco di Bari De Caro. Per fare funzionare la distribuzione immediata, saranno coinvolte tutte le associazioni locali, proprio per fare in modo che nessuno venga lasciato solo.

"La priorità ora - ha detto De Caro - è quella di consentire a tutti i cittadini di potere sfamare la propria famiglia. Ci arrivano tante segnalazioni di cittadini in difficoltà. Le risorse sarano distribuite in base alla popolazione dei Comuni e in base all'indice di povertà".

Conte, poi, rispondendo a una domanda sulla possibile estensione del reddito di cittadinanza, ha spiegato come si stia studiando un ventaglio di misure di sostegno, dal momento che l'emergenza sanitaria è stata seguita, a brevissima distanza, da quella economica. "Dal 1° aprile - ha spiegato il ministro - sul sito dell'Inps sarà possibile avanzare la domanda per i 600 euro. Chiaramente, poi, vogliamo integrare questa misura. E' su questo che stiamo lavorando, la vogliamo confermare per aprile e allargarla".

"Altro discorso il piano di ricostruzione - ha proseguito - che deve essere sostenuto dall'Europa, per rilanciare l'economia. Quel grande Piano Marshall del quale si sta parlando. Di questa esperienza, poi, si dovrà fare tesoro anche per quanto riguarda i sistemi sanitari".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl