Cerca

CORONAVIRUS IN ITALIA

Il contagio continua a rallentare, ma ci sono altre 433 vittime

Il rapporto è di un malato ogni 16,6 tamponi fatti

Il contagio non si ferma: in Italia 10.149 positivi al Coronavirus

Angelo Borrelli, a capo della Protezione civile

Prosegue la frenata del contagio e della gravità dei malati per l'epidemia di coronavirus in Italia. I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano un calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano oggi 2635 persone, 98 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 25.033 persone, un leggero aumento rispetto a ieri, 26 in più.

Nelle ultime ventiquattr'ore sono morte 433 persone (ieri le vittime erano state 482), arrivando a un totale di decessi 23.660. I guariti raggiungono quota 47.055, per un aumento in 24 ore di 2.128 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2.200 persone).

L'aumento dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 486 unità (ieri erano stati 809) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 3.047 (ieri 3.491). Questi due dati vanno però analizzati solo considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 50.708 tamponi (ieri 61.725). Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 16,6 tamponi fatti, il 6%, in linea con il valore di questo rapporto negli ultimi giorni: 5,7%. Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia è 178.972

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy