you reporter

Elezioni regionali

Crivellari, battaglia contro il consumo di suolo in Veneto

Il candidato del Pd alle prossime regionali presente anche al tour delle "Sardine" partito da Casa Matteotti

Crivellari: “Veneto capitale del cemento: fermare il consumo di suolo”

25/07/2020 - 00:07

ROVIGO - “Fermare il consumo di suolo in Veneto”. Lo dice Diego Crivellari, candidato consigliere regionale sotto le insegne del Pd. “Il Rapporto Ispra 2020 sul consumo di suolo assegna al Veneto un poco invidiabile primato ‘cementizio’ - sottolinea infatti Crivellari - e dimostra la necessità di cambiare rotta nelle politiche regionali, se davvero vogliamo salvaguardare il nostro territorio e, con esso, la salute delle persone. Si impone, se leggiamo obiettivamente questi dati, l’esigenza di pensare ad un modello veneto finalmente diverso, un modello di crescita che sia più rispettoso dell’identità dei luoghi e della qualità della vita delle persone che vi abitano”.

“Rispettare il paesaggio, riqualificare l’esistente, puntare sull’architettura di qualità, pianificare il futuro tenendo conto delle nostre risorse strategiche (umane, ambientali, culturali): questi sono soltanto alcuni dei punti fondamentali, che potranno concorrere ad un vero e concreto cambiamento di prospettiva”, la ricetta di Crivellari. “In ogni caso - conclude il suo ragionamento - è vero che a distanza di un paio di anni dall’approvazione della legge regionale sul consumo di suolo non si registrano ancora risultati apprezzabili su una materia così delicata e decisiva. In questo quadro, il Polesine dovrà dimostrare una particolare attenzione e adoperarsi per frenare la deriva che ha già contribuito a cambiare in maniera irreversibile il volto di tante realtà peculiari della nostra regione. Lo possiamo fare, tra le altre cose, vigilando e prevenendo i fenomeni di illegalità o di scarso rispetto delle regole che rischiano di manifestarsi anche in territori, come il nostro, relativamente distanti dai centri urbani più grandi”.

Poi commenta anche l’avvio del tour nazionale delle Sardine, avvenuto l’altro giorno a Fratta Polesine. “E’ un piacere per me salutare l’inizio del tour del movimento delle Sardine - le parole di Crivellari - un viaggio in cui i protagonisti sono questi giovani che si battono per una democrazia più gentile. Non a caso hanno scelto di partire proprio da Fratta Polesine, dalla casa museo di questa grandissima figura che è Giacomo Matteotti, senatore socialista, padre dell’antifascismo e della democrazia italiana”. “Un particolare motivo di orgoglio - sottolinea - è che questa tappa sia stata fatta qui, nella casa museo che oggi è riconosciuta come monumento nazionale grazie ad una legge nazionale che aveva mi aveva visto come primo firmatario. E’ una legge importante che consentirà anche in futuro di valorizzare un prezioso edificio del nostro Polesine. Quale migliore viatico per cominciare questa campagna elettorale che vedrà me ed il Partito democratico battere a tappeto tutto il territorio, ricordando l’esempio, i valori e testimonianza di Giacomo Matteotti, grande polesano, antifascista, socialista e padre della democrazia”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl