you reporter

Il lutto

Addio a Sergio Zavoli, la voce dell'alluvione del Polesine

E' morto ieri a 96 anni il celebre giornalista. Nel 1951 raccontò l'alluvione e diede vita ad una grande raccolta di fondi

Si è spento ieri a 96 anni Sergio Zavoli, uno dei grandi giornalisti italiani del dopoguerra, che ha legato il suo nome anche alle cronache della grande alluvione del 1951.

Proprio in quel novembre del '51, giovane inviato della Rai, Zavoli arrivò in Polesine per raccontare la tragedia.
E poi, insieme a Vittorio Veltroni, inventò la "Catena della fratellanza". Nel programma, un vero e proprio antesignano di Telethon e di tutte le maratone di solidarietà, i conduttori si alternavano a staffetta per sollecitare raccolte di fondi necessari alla ricostruzione, collegandosi con tutte le radio europee.

In poco meno di una settimana vennero raccolto 700 milioni di lire (una cifra enorme per l'epoca).
“Ricordo benissimo quei giorni. L’intera nazione - ha racconta Zavoli un paio di anni fa in un'intervista alla Voce - si raccolse attorno ad un evento rovinoso nel nome di un sentimento che allora sembrava perduto nell’Italia del Dopoguerra, quello della condivisione, della solidarietà e dell’uscirne assieme. Con l’alluvione del Polesine la popolazione italiana si riscoprì patria".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl