you reporter

DELTARTE

Il Festival della creatività torna a colorare il Polesine. E diventa un museo all'aria aperta

Presentata la ottava edizione del Festival Deltarte

Arte per tutti grazie al progetto DeltArte, il delta della creatività. La sala consigliare di Palazzo Celio ha ospitato nella mattinata la presentazione dell’ottava edizione di DeltArte - il delta della creatività, un’iniziativa artistica ideata e curata da Melania Ruggini, con lo scopo di valorizzare e colorare attraverso la street art il Polesine.

È partita a luglio 2020, dal cuore del Delta del Po, l’ottava edizione del Festival itinerante “DeltArte” con un progetto innovativo, rinnovato e ideato per coinvolgere ancora una volta i Comuni di Ariano nel Polesine, Corbola, Gavello, Lendinara, Loreo, Porto Tolle, Taglio di Po e Villadose. La novità di quest’anno, è l’inserimento di un QR Code che vanta la possibilità di monitorare da parte degli utenti le 50 opere e più che sono distribuite sul territorio polesano. “Scannerizzando” il Codice QR, si ha la possibilità immediata di rintracciare sulla mappa, attraverso la geolocalizzazione, le opere (con foto allegate), gli artisti, una breve didascalia e l’anno di realizzazione.

Grazie all’innovazione di questo Codice, si lavora con e per il turismo, facendo diventare gli spazi dedicati alla street art un museo di arte pubblica all’aperto, che si compone di volta in volta, come a formare un puzzle. I Comuni che hanno aderito all’iniziativa, hanno lasciato libero sfogo a bambini e ragazzi dei centri estivi giovanili che guidati dagli artisti in residenza, li hanno fatti sentire dei veri “street artist per un giorno”.

DeltArte cammina da anni con le proprie gambe, realizzando istallazioni di artisti come C0110, che ha firmato un’opera presso le scuole medie di Loreo dal fortissimo significato: un inno alla vita, alle donne e alla forza rigeneratrice del pianeta; Alessio B, celebre a livello internazionale, che ha creato la sua Wonder Wonam, durante la pandemia da Covid-19 all’Ospedale Civile di Padova e ancora, Carolì, artista giovanissima che per il secondo anno consecutivo ha realizzato con i suoi personaggi onirici un’opera presso la palestra della Scuola media di Lendinara.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl